giungla cacciatori luci

Secondo un nuovo studio, torce economiche e potenti dotate di luci a LED consentono ora ai cacciatori nelle giungle tropicali di tutto il mondo di uccidere più facilmente animali notturni, comprese specie in pericolo come i pangolini. Gli scienziati avvertono che la nuova tecnologia minaccia di danneggiare ulteriormente gli ecosistemi già sottoposti a caccia eccessiva.

Gli umani hanno inseguito la loro preda con luci intense come torce per decenni. L’illuminazione improvvisa può far impaurire gli animali, rendendoli obiettivi più facili. Ma le torce che utilizzano lampadine a incandescenza convenzionali si esauriscono rapidamente, rendendo questa caccia costosa e difficile.

In confronto, nuove torce a LED, che emettono luce da piccoli chip elettronici, possono fornire luce consumando meno di un quarto della potenza. La loro efficienza e luminosità li ha resi onnipresenti in tutto, dalla TV al cellulare negli ultimi dieci anni. Mark Bowler, un ecologo dell’Università di Suffolk, si chiedeva se la tecnologia potesse anche cambiare il modo in cui la gente caccia nelle giungle dell’Amazzonia peruviana, dove studia ecologia animale.

 

La tecnologia a LED ha facilitato la caccia nelle giungle

L’energia elettrica è un bene prezioso nelle giungle dell’Amazzonia peruviana. Ogni volta che Bowler arrivava in un villaggio nei primi anni 2000, la gente chiedeva immediatamente se avesse delle batterie. Le batterie venivano allineate al sole o attorno ai fuochi per scaldarle e consumare qualche minuto in più di energia. I cacciatori erano anche attratti dalla costosa torcia a LED di Bowler. Ma nel 2012, quando i costi del LED sono precipitati, si sono diffuse ovunque.

Il ricercatore si è unito ai ricercatori in Brasile e Gabon per raccogliere dati dai cacciatori sul loro uso di tali luci. I risultati hanno confermato i suoi sospetti. Dei 120 cacciatori, quasi tutti hanno riferito di usare luci a LED, così riferiscono Bowler e colleghi a Frontiers in Ecology and the Environment. In Sud America, due terzi dei cacciatori hanno dichiarato di aver fatto più caccia notturna con le nuove torce; in Gabon, dove tale caccia è illegale, solo un terzo ha dichiarato di aver praticato caccia notturna. Più della metà dei cacciatori ha dichiarato che la tecnologia a LED ha facilitato la caccia.

Queste risposte sono state sostenute da 13 anni di dati sugli sforzi dei cacciatori di uccidere piccoli animali in villaggi remoti nell’Amazzonia brasiliana. I cacciatori spesso sparano a paca, roditori notturni che assomigliano a piccoli maiali maculati, viaggiando di notte su canoe e illuminando le prede sulle rive del fiume. Nel 2011, i cacciatori furono improvvisamente molto più efficienti nel catturare gli animali, quasi raddoppiando la quantità di carne di paca che potevano catturare in 1 ora.

giungla cacciatori luci

 

Luci a LED, un cattivo uso può portare al danneggiamento dell’ecosistema delle giungle

L’ascesa della tecnologia a LED per la caccia alla carne di animali selvatici potrebbe essere un vantaggio o una rovina, afferma Robert Nasi, ecologo forestale e direttore generale del Center for International Forestry Research, un’organizzazione no profit con sede in Indonesia. Ad esempio, i cacciatori gabonesi che lavorano di notte nelle vaste foreste del Congo hanno riferito di aver ucciso specie in via di estinzione, tra cui il pangolino gigante e varie piccole antilopi conosciute come duikers.

I LED potrebbero alimentare una caccia intensiva che può mettere a dura prova gli ecosistemi della giungla, afferma Nasi. Ma per le persone che cacciano per nutrirsi, le luci potrebbero far risparmiare tempo, liberandole per fare altre cose come il pesce o coltivare le colture. “È il solito problema dell’umanità – afferma Nasi il problema non è lo strumento. Il problema è ciò che scegli di fare con quello strumento.”