marijuana ictus

Fumare o svapare la marijuana può causare arresto cardiaco e ictus, ha riferito l’American Heart Association. Nella rivista Circulation, il gruppo ha scritto che la marijuana ha “il potenziale per interferire con i farmaci prescritti” così come “innescare condizioni o eventi cardiovascolari, come infarti e ictus”, ha riferito la CNN.

Il documento ha fatto riferimento a studi che hanno dimostrato che il THC, o tetraidrocannabinolo, trovato nella cannabis potrebbe portare ad improvvise anomalie del ritmo cardiaco, come la tachicardia e la fibrillazione atriale. Il THC può anche causare una frequenza cardiaca più rapida, aumentare il fabbisogno di ossigeno dell’organo, interrompere le pareti delle arterie e aumentare la pressione sanguigna, ha dichiarato il gruppo.

marijuana ictus

Meglio consultare un medico per valutare potenziali rischi

Uno degli autori, Robert Page II, farmacologo clinico, ha affermato che coloro che intendono utilizzare il farmaco devono consultare un medico per valutare i potenziali rischi. “Se le persone scelgono di usare la marijuana per i suoi effetti medicinali o ricreativi, le forme orali e topiche, per le quali è possibile misurare le dosi, possono ridurre alcuni dei potenziali danni”, ha affermato Page in una nota.

“È anche di vitale importanza che le persone utilizzino solo prodotti di cannabis legali perché non ci sono controlli sulla qualità o sul contenuto dei prodotti a base di cannabis venduti per strada”, ha continuato.