virgin-galactic

Le novità delle compagnie del turismo spaziale continuano a fioccare, promettendo di portare finalmente i passeggeri nello spazio nei prossimi anni. Una di queste è Virgin Galactic del magnate Richard Branson, che recentemente ha visto la sua SpaceShip Two scivolare con successo su un altro volo di prova. La società si sta ora preparando a testare l’astronave con il motore acceso e in azione.

Mentre lavora per completare il processo di test al fine di garantire le certificazioni e le autorizzazioni necessarie per portare i turisti nello spazio, il team è molto attivo per quanto riguarda quel che attira i clienti. Ecco, quindi, che operazione di marketing è stata quella di rivelare l’interno dello SpaceShipTwo, concentrandosi sulla cabina passeggeri.

 

Un design futuristico

Questo modello di cabina verrà utilizzato per un viaggio virtuale con il team di progettazione. Ma il suo interno è stato progettato con l’obiettivo principale di offrire ai passeggeri una vista perfetta della Terra dallo spazio, come mostrato nel video di presentazione.

Sebbene sia stato un evento virtuale per mostrare l’interno della nave, secondo Richard Branson, ciò significa che l’apertura dello spazio a tutti “sia molto reale“. “È stato progettato specificatamente per trasformare in realtà il sogno di migliaia di persone di viaggiare nello spazio“. Il magnate sottolinea che qualcuno una volta gli ha detto che Virgin Galactic è stata la prima a costruire una navicella dentro e fuori, confermando che la sua dedizione è sempre stata quella di creare la migliore esperienza per il cliente. “E poi abbiamo costruito la navicella attorno a quel concetto“.

Nel suo comunicato stampa, Virgin sottolinea che i sedili del veicolo spaziale sono individuali e reclinabili al fine di gestire la forza G e il volume della zona galleggiante. Ogni fase del volo fornisce un’illuminazione ambientale automatica e ogni passeggero avrà accesso agli schermi con dati in tempo reale sul volo. Ha anche 16 telecamere per registrare video e acquisire foto ad alta definizione, in modo che i passeggeri possano condividere la loro esperienza su Instagram, ad esempio. La cabina ha anche 12 finestrini per gli astronauti e i passeggeri per osservare la Terra dallo spazio. Infine, uno specchio più grande, nella cabina, che riflette l’esperienza degli astronauti in tempo reale.

The North American Space Perspective aspira anche a portare i turisti in un viaggio in mongolfiera per una passeggiata attraverso la stratosfera e il primo volo di prova è già programmato per il 2021, con un lancio dal John F. Kennedy Space Center della NASA. La compagnia fondata da Jane Poynter e Taber MacCallum, che ha guidato la missione Biosphere 2 nel 1990, prevede che il primo equipaggio arriverà nel 2023 e che il servizio di trasporto spaziale commerciale sarà operativo entro il 2024, con ogni biglietto a circa 125.000 dollari. Complessivamente, sono previsti circa 500 voli all’anno fino al 2030.

Per quanto riguarda lo spazioporto italiano, la base accreditata sarà Grottaglie, in provincia di Taranto.