eruzione-vulcanica

Perché la Terra si è improvvisamente raffreddata 13.000 anni fa? Antichi sedimenti trovati in una grotta in Texas, negli Stati Uniti, sembrano aver risolto questo grande mistero. Alcuni scienziati ritengono che il fenomeno che improvvisamente raffreddò il nostro pianeta 13.000 anni fa sia stato causato da un impatto extraterrestre, come una collisione di una meteora.

Tuttavia, gli scienziati delle università americane di Houston, Baylor e Texas A&M hanno scoperto che le prove lasciate negli strati di sedimenti nella grotta di Hall, nello stato del Texas, erano il risultato di eruzioni vulcaniche.

Michael Waters, coautore dell’articolo scientifico pubblicato su Science Advances, ha spiegato che questa grotta ha un record di sedimenti che si estende da più di 20.000 anni. “È un record eccezionale che offre un’opportunità unica di cooperazione interdisciplinare per indagare su una serie di questioni importanti“.

Il team di ricercatori ha scoperto che, all’interno della grotta, ci sono diversi strati di sedimenti, risalenti al momento dell’impatto extraterrestre, che potrebbero rispondere alla misteriosa domanda del raffreddamento improvviso del pianeta. “Questo lavoro mostra che la firma geochimica associata all’evento di raffreddamento della Terra non è unica, essendo avvenuta quattro volte tra 9.000 e 15.000 anni fa“, ha detto Alan Brandon, professore di geoscienze presso l’Università di Houston e leader di questa indagine. “Il fattore scatenante per questo evento di raffreddamento non è venuto dallo spazio. La precedente evidenza geochimica di una grande meteora che esplode nell’atmosfera riflette un periodo di grandi eruzioni vulcaniche”, ha concluso lo scienziato.

 

Cosa accade dopo un’eruzione

Dopo l’eruzione di un vulcano, la diffusione globale degli aerosol riflette la radiazione solare ricevuta dalla Terra e può portare al raffreddamento globale per un periodo di cinque anni, a seconda delle dimensioni e della scala temporale dell’eruzione.

Lo studio indica che l’episodio di raffreddamento, noto come Dryas recente, è stato causato da numerosi processi terrestri coincidenti e non da un impatto extraterrestre. “Il Dryas recente, avvenuto circa 13.000 anni fa, ha interrotto il caratteristico riscaldamento della Terra alla fine dell’ultima era glaciale“, ha detto Steven Forman, professore di geoscienze e coautore dello studio.

Il clima della Terra potrebbe essere a un punto di svolta durante il Dryas recente, forse a causa dello scarico delle calotte glaciali nell’Oceano Atlantico settentrionale, una migliore copertura nevosa e potenti eruzioni vulcaniche – fattori che potrebbero aver provocato un intenso raffreddamento dell’emisfero nord.

Il periodo di raffreddamento è durato circa 1.200 anni, rendendo una singola eruzione vulcanica un importante fattore iniziale. Tuttavia, gli autori salvaguardano che altri cambiamenti nel sistema terrestre, come il raffreddamento dell’oceano e la copertura della neve, erano necessari per mantenere questo periodo più freddo.