kamala_harris

A tre mesi dalle elezioni presidenziali statunitensi, il candidato Joe Biden ha annunciato la sua scelta per la vicepresidenzaKamala Harris sarà il suo braccio destro. Questo è un momento storico visto che è la prima volta che la carica sarà ricoperta da una donna di colore.

La nomina del senatore della California Kamala Harris è già vista come una strategia per sconfiggere Donald Trump. In un anno elettorale segnato dalla pandemia di coronavirus, questo è un campanello d’allarme sulle questioni razziali.

 

Chi è Kamala Harris

Kamala Harris ha 55 anni, una carriera che dura da più di 30 anni come avvocato ed è figlia di immigrati provenienti dalla Giamaica e dall’India. È la prima donna americana nera e asiatica ad essere nominata per un ruolo presidenziale.

Sono onorato di annunciare che ho scelto Kamala Harris come mio compagno nella corsa per la corsa presidenziale“, ha scritto Joe Biden sul social network Twitter. Harris ha anche parlato e ha detto di sentirsi “onorata” di unirsi a Biden e ha promesso “di fare tutto il necessario per renderlo il nostro presidente“.

Al momento, Harris è tra le donne nere più rilevanti nella politica americana. Ha servito per sei anni come procuratore generale della California prima di arrivare al Senato nel 2016.

Sebbene Biden e Harris si siano già scontrati durante i dibattiti presidenziali democratici lo scorso anno, la candidata è diventata una voce importante sulle questioni di giustizia razziale. In un anno elettorale tormentato dalle proteste in tutto il Paese per l’assassinio di George Floyd, questa scelta di Biden incarna una strategia per rafforzare la conquista di neri e donne.

La scelta di Harris ha un grande peso. Non solo per le prospettive politiche dei Democratici, ma anche per il futuro del partito. La nomina di Harris, una democratica di 55 anni, solleva già l’eminenza della candidata come potenziale successore che potrebbe diventare la prima donna presidente degli Stati Uniti.

A 77 anni, Biden sarebbe la persona più anziana mai eletta. Il democratico si è presentato come un “candidato alla transizione” e un “ponte” per una nuova generazione di leader.

Barack Obama ha già reagito alla scelta e ritiene che “Joe Biden abbia inchiodato quella decisione“. L’ex presidente degli Stati Uniti ha attraversato un processo simile nel 2008, quando ha scelto Biden come suo braccio destro. “Scegliendo il senatore Kamala Harris come prossimo vice presidente dell’America, Biden ha sottolineato il proprio giudizio e il proprio carattere. La realtà mostra che questi attributi non sono opzionali in un presidente. Questi sono requisiti di lavoro“, dice Obama, in una dichiarazione.

D’altronde, Donald Trump è già arrivato a criticare la scelta del suo avversario. In un video pubblicato su Twitter, accusa Kamala Harris di essere un’ipocrita, ricordando agli elettori quello che ha detto su Biden in altri momenti politici.

Le donne di colore sono state essenziali per il successo di Biden alle primarie democratiche. Questo sostegno si è tradotto nella vittoria in South Carolina, dopo una serie di dolorose sconfitte. Tuttavia, il panorama politico è cambiato dopo la morte di George Floyd a Minneapolis, che ha innescato mesi di proteste contro il razzismo che hanno intensificato la pressione su Biden per selezionare un compagno nero.

Harris è stata eletta al Senato nel 2016, diventando la seconda donna di colore a servire alla Camera. Ora, potrebbe diventare il primo vicepresidente nero degli Stati Uniti. Nel corso degli anni, solo due donne sono state nominate per la vicepresidenza di un importante partito politico e nessuna ha avuto successo: Sarah Palin, governatrice dell’Alaska nel 2008, e la deputata Geraldine Ferraro nel 1984.

Questo è un passo in una lotta molto più grande per la rappresentanza verso la democrazia multirazziale che le donne di colore hanno sognato, per cui hanno combattuto e perso sangue per generazioni. Abbiamo bisogno di donne nere, latine, indigene e asiatiche americane che guidino a tutti i livelli della politica americana“, ha detto Aimee Allison, fondatrice di She the People, un’organizzazione dedicata alla mobilitazione delle donne nere.

Un nuovo sondaggio nazionale pubblicato questo martedì mostra che Biden mantiene un vantaggio di 10 punti su Donald Trump, con solo il 4% degli elettori che rimane indeciso.