La cometa più famosa di queste ultime settimane è stata immortalata dal telescopio spaziale Hubble, gestito in collaborazione da NASA ed ESA. Si tratta delle immagini scattate più da vicino a C/2020 F3 NEOWISE, dopo che questa e passata davanti al Sole. Le immagini sono state scattate lo scorso 8 agosto e mostrano la cometa NEOWISE frontalmente, rendendo ben visibile lo strato che circonda il nucleo e che si dissolve nella coda di polveri.

 

La cometa NEOWISE in tutto il suo splendore grazie ad Hubble

La cometa Neowise è stata la più luminosa cometa visibile nel nostro emisfero dopo quella di Hale-Bopp nel 1997. Viaggiando a 60 km/s, la cometa si sta ora allontanando verso i confini del sistema solare e, dopo essersi avvicinata al massimo al Sole il 3 luglio, non vi tornerà più per almeno 7000 anni.

Con queste immagini Hubble ci regala la prima immagine ad alta risoluzione di una cometa, fotografata così da vicino. Inoltre le preziose immagini mostrano come questo sia stato possibile. A differenza di altre comete, come la recente ATLAS, il nucleo di questa cometa è rimasti intatto dopo il suo avvicinamento al Sole.

 

Importanti informazioni sulle code delle comete

Anche se il nucleo non è stato direttamente fotografato da Hubble, sappiamo che ha un diametro al massimo di 4,8 km. Dalle immagini è però ben visibile una parte della nube di polveri e gas che avvolge il nucleo assieme ad un paio di getti che dal nucleo si diramano in direzione opposta. Questi getti sono il risultato della sublimazione del ghiaccio sotto la superficie.

Le foto di Hubble mostrano inoltre il colore della coda della cometa NEOWISE ed il suo cambiamento man mano che essa si allontana dal Sole. Grazie a queste immagini dunque possiamo aumentare la nostra comprensione di come il calore della nostra stella influenzi il contenuto e la struttura della coda delle comete.

I ricercatori sono dunque al lavoro sulle immagini ed i dati di Hubble per cercare di carpire i segreti e le proprietà della coda della cometa NEOWISE.