Gamberetti Mantide

Di dimensioni variabili, dai 3 ai 18 cm, i gamberetti Mantide hanno la caratteristica di essere multicolore, avendo solitamente un colore principalmente verde, zampe color arancio a macchie di leopardo, come anche sul carapace anteriore.

La loro capacità di vedere la luce polarizzata circolarmente ha portato a studi per determinare se i meccanismi con cui i loro occhi operano possono essere replicati per l’uso nella lettura di CD e dispositivi ottici di memorizzazione di informazioni analoghe. Nel commercio di acquari marini, è apprezzato per la sua bellezza, ma considerato da altri come pericoloso parassita.

 

Gamberetti Mantide, frantumatori con artigli a forma di clava

È uno scavatore, che costruisce fori a forma di U nel substrato allentato vicino alle basi delle barriere coralline in acque che vanno da 3 a 40 metri di profondità. Come tutti gli stomatopodi, anche la canocchia pavone è un carnivoro, in particolare è un frantumatore con appendici a forma di clava.

Cacciatore attivo, preferisce gasteropodi, crostacei e bivalvi, che uccide dopo averne ripetutamente colpito la corazza ad avere ottenuto l’accesso alle loro parti molli. Dopo un esame più attento, il team ha scoperto qualcosa di sorprendente: scoprire che il gambero mantide ha un rivestimento di nanoparticelle resistente agli urti che gli consente di colpire con spericolato abbandono, mentre il rivestimento fa il duro lavoro di assorbire e dissipare l’energia.

In una frazione di secondo, questi “fracassatori” colpiscono le loro prede dal corpo duro, come lumache e granchi, per rompere i gusci dei molluschi come se fossero uova. “Questi studi hanno rivelato che una disposizione elicoidale di fibre di alfa-chitina mineralizzate combinata con un’architettura a spina di pesce, che risulta da un gradiente di mineralizzazione, può deviare e torcere la propagazione delle crepe” , spiega il team in un nuovo documento.

Gamberetti Mantide

Struttura nanocristallina

Il team ha utilizzato l’elettrone a trasmissione e la microscopia a forza atomica per ottenere uno sguardo eccezionalmente ravvicinato sulla superficie del club di gamberetti di mantide pavone e ha scoperto che il rivestimento è costituito da una matrice densa di un minerale chiamatoidrossiapatite formata in una struttura nanocristallina. Quando la mazza viene colpita contro una superficie, l’idrossiapatite stessa ruota, ma la struttura del nanocristallo si frattura e poi si riforma lentamente.

Questo meccanismo è davvero piuttosto impressionante, battendo molti materiali ingegnerizzati in rigidità e smorzamento, e potrebbe avere alcune applicazioni incredibili in futuro. È una combinazione rara che supera la maggior parte dei metalli e delle ceramiche tecniche.