Epic Games Apple causa Fortnite

Il colosso dei videogiochi Epic Games si è portato a casa una vittoria a metà. Nelle scorse ore, il giudice ha emesso la prima sentenza in merito alla famosa causa contro Apple. Per fortuna, Cupertino non potrà bloccare gli account sviluppatori dell’azienda, di conseguenza, Unreal Engine è salvo. Stesso discorso, però, non vale per Fortnite. Scopriamo tutti i dettagli a riguardo.

Ebbene sì, la prima sentenza emessa nelle scorse ore lascia Epic Games con l’amaro in bocca. Nonostante le miriade di spiegazioni che la casa ha dato al giudice, questo è stato irremovibile, Fortnite rimane fuori dall’App Store. Le motivazioni date dalla casa di videogiochi in merito ai danni irreparabili causati da Apple dopo la rimozione del battle royale dalla sua piattaforma non sono sembrate abbastanza valide da giustificare la mossa. Cosa accadrà ora?

 

Epic Games non si ferma

Se per ora Fortnite rimane bannato dalla piattaforma della mela morsicata, lo stesso non vale per Unreal Engine. Il giudice, come già anticipato, su questo fronte ha dato ragione alla software house. La mossa di Apple di eliminare gli account sviluppatore di Epic è stata vista come una misura di ritorsione in nessun modo giustificabile. Pericolo scampato, quindi, per coloro che credevano che il motore grafico di Epic Games sarebbe scomparso dai dispositivi iOS.

Nonostante la mezza sconfitta, la casa di Fortnite non si è smossa un minimo dalla sua posizione. Questa risulta essere ancora pienamente convinta del fatto che introdurre un nuovo metodo di pagamento su Fortnite sia stato l’inizio di una rivoluzione contro Apple. Il prossimo appuntamento in tribunale tra le due aziende è previsto per la fine di settembre. Che sarà la volta buona? Restate in attesa per ulteriori aggiornamenti a riguardo.