È da poco online Bookdealer, il sito di e-commerce italiano dedicato alle piccole librerie indipendenti. Il sito ha lo scopo di permettere a queste piccole realtà di sopravvivere alla competizione con i grandi siti di e-commerce. Quindi anche le piccole librerie indipendenti potranno vendere i loro libri online e farsi trovare più facilmente dai potenziali clienti.

L’idea di Bookdealer nasce dalla collaborazione di Leonardo Taiuti e Mattia Graravaglia, che si sono lasciati ispirare dal sito statunitense Bookshop. Al progetto hanno aderito 124 librerie. E visti i tempi e la realtà dell’acquisto online, quest’anno anche un po’ forzato dalla pandemia di COVID-19, è bene dare una vetrina anche alle piccole realtà come le librerie indipendenti.

 

Bookdealer: la piattaforma di vendita online per le piccole librerie

Per acquistare un libro su Bookdealer è molto semplice, basta cercare il libro che si desidera acquistare e poi selezionare la libreria dove effettuare l’acquisto. La libreria si può scegliere in base a diversi fattori come ad esempio il metodo di consegna. Di solito la consegna può essere effettuate direttamente dalla libreria, che è l’opzione più economica, o tramite un corriere. Anche i tempi di consegna variano a seconda della disponibilità del libro, della distanza da cui si ordina e dal tipo di consegna effettuato dalla libreria. In alternativa si può scegliere prima la libreria e poi acquistare tra i libri messi in vendita da quel negozio.

Quando si ordina un libro su Bookdealer in genere non si ha fretta di ottenerlo. Al momento dell’arrivo dell’ordine alla libreria, verremo informati tramite mail per sapere se il libro è già disponibile in libreria o va ordinato. Sulla base di questi aspetti viene calcolato un tempo di consegna stimato.

 

L’importanza di comprare nei piccoli negozi

Ma chi compra un libro su piattaforme come Bookleader non lo fa per la sua velocità, anche perché per effettuare l’acquisto ci vuole qualche passaggio in più rispetto ai siti blasonati di e-commerce. Scegliere di comprare un libro su questa piattaforma significa comprare il libro in libreria, aiutare quella piccola realtà che magari conosciamo e non è lontana da casa.

Ogni libreria ha inoltre una sua pagina sul sito dove, oltre a esporre la sua vetrina virtuale, può proporre ai clienti dei percorsi o dei libri consigliati. Inoltre dal primo settembre potranno essere venduti su Bookdealer anche gli e-book, in tutti i formati tranne quelli di proprietà di Amazon. Una parte dei guadagni dell’e-book andrà anche agli stessi clienti con una sorta di cashback, ovvero buoni spendibili sulla piattaforma.

Inizia insomma una nuova era anche per le piccole realtà, per le piccole librerie di quartiere che, anche in caso di pandemia, non dovranno più sospendere del tutto le attività. Nell’era digitale anche il libraio diventa online.