Garmin Forerunner 45

Garmin Forerunner 45 è uno smartwatch relativamente economico pensato principalmente per i runner, ovvero gli utenti che amano praticare sport come la corsa o al più la bicicletta. Il dispositivo convince con alcune funzionalità e caratteristiche di base in grado di attirare l’attenzione della maggior parte di noi, ma saprà convincere anche nell’utilizzo quotidiano?

Estaticamente il Garmin Forerunner 45 ricalca quanto già visto in precedenza su altri modelli dello stesso brand, è in commercio in due varianti, con quadrante da 39 o 42 millimetri e corrispettiva lunghezza differente del cinturino. Nello specifico si consiglia la versione small da 39 millimetri agli utenti con polso tra 124-185 millimetri di diametro, mentre la large è maggiormente indicata per i consumatori che presentano un polso tra 129 e 197 millimetri.

In entrambi i casi il prodotto viene commercializzato con un bellissimo cinturino in silicone, leggermente zigrinato nella parte esterna, di alta qualità; viene definito a prova di sudore, proprio per ridurre al massimo lo sfregamento e la possibile irritazione del polso nel corso dell’attività stessa. Il peso di soli 32 36 grammi lo rende uno dei più leggeri che abbiamo mai provato, una volta indossato ve ne potreste anche dimenticare.

 

Hardware e caratteristiche tecniche

Anteriormente il Garmin Forerunner 45 presenta un display a colori non touchscreen da 1,04 pollici (26,3 millimetri di diagonale), con risoluzione a 208 x 208 pixel e protetto da vetro rinforzato chimicamente anti-riflesso. E’ un pannello MIP (memory-in-pixel) trasflettivo, pensato per gli utenti che non sono alla ricerca di qualità, e che sono pronti a rinunciare ai colori o al dettaglio, a favore di una buona visibilità sotto la luce solare diretta o l’always-on-display. La retroilluminazione offre una sensazione retrò, molto simile ai vecchi cellulari in commercio agli inizi del 2000 (l’intensità non è regolabile, ma si possono scaricare quadranti differenti).

Sui bordi troviamo 5 pulsanti che permettono una rapida gestione ed utilizzo del dispositivo, presentano tutti la dicitura che ne spiega il funzionamento, per inviare l’input dovete fornire una forte pressione, di conseguenza difficilmente invierete comandi involontari (è possibile bloccarli dal menù impostazioni). Il Garmin Forerunner 45 è completamente impermeabile fino ad una pressione massima di 5 atm, presenta una memoria interna che non può essere utilizzata per scaricare la musica (ma si può controllare la riproduzione sullo smartphone direttamente dal polso), al contrario permette di registrare fino a 200 ore di attività senza dover effettuare la sincronizzazione con il dispositivo mobile.

La caratteristica fondamentale del dispositivo recensito è sicuramente il chip GPS integrato, l’utente potrà avviare una attività vedendo su mappa il tracciato, anche senza avere appresso il terminale. Molto utili sono le funzioni legate alla sicurezza personale, quindi rilevamento incidenti e live tracking; nel primo caso, nell’eventualità in cui il sistema dovesse rilevare un vostro incidente, provvederà ad inviare in automatico un segnale SOS ai due indirizzi email collegati al profilo. Nel secondo, invece, l’utente potrà decidere di condividere in tempo reale la propria posizione con altre persone, proprio per prevenire qualsiasi tipo di problema.

Le rilevazioni sono le solite, parliamo di passi, calorie bruciate, distanze percorse, qualità del sonno e frequenza cardiaca. Non abbiamo notato difficoltà o differenze sostanziali rispetto ad altri smartwatch, per questo le possiamo ritenere molto precise. I plus sono rappresentati dal livello di stress e dal body battery, due funzioni molto interessanti che permetteranno di capire il livello fisico (e sopratutto la stanchezza o pile residue) nel corso della giornata.

All’interno del dispositivo sarà possibile accedere direttamente al cosiddetto Garmin Coach, un sistema che vi assisterà nella programmazione degli allenamenti, basandosi direttamente sul vostro stato, sul vostro obiettivo, e fornendo comunque piani ideati da allenatori professionisti. Un ottimo alleato per migliorare di giorno in giorno ed ottenere risultati sempre migliori (è necessario configurarlo dall’applicazione).

Le attività preimpostate sono sostanzialmente 12, tra cui troviamo corsa, tapis roulant, pista indoor, bici, cardio e camminata. Da notare l’assenza del nuoto, mentre per godere di rilevazioni più precise e definite, raccomandiamo l’utilizzo del GPS nel corso dell’allenamento, in questo modo visualizzerete, oltre al percorso, anche distanza, passo e autolap con precisione quasi al metro. Il segnale viene catturato in pochissimi secondi.

Il Garmin Forerunner 45 strizza l’occhio agli smartwatch integrando le minime funzionalità che un utente si aspetterebbe di vedere, le notifiche vengono visualizzate da tutte le applicazioni senza problemi anche nel caso di messaggi particolarmente lunghi. Non essendo un dispositivo touchscreen, per scorrerle dovrete premere il pulsante sulla parte sinistra; non è possibile rispondere, nemmeno con frasi pre-impostate, stesso discorso per quanto riguarda le chiamate. In parallelo è bene ricordare che sono assenti microfono e altoparlante integrati. Non mancano, infine, il cronometro, il timer, trova il mio telefono e le sveglie (solo vibrazione, molto potente, si sente perfettamente anche durante l’attività).

La batteria è l’ultimo aspetto positivo, senza l’utilizzo del GPS si potranno raggiungere anche 7 giorni continuativi; in caso contrario, ipotizzando un utilizzo medio, raggiungerete all’incirca 4-5 giorni. Ricordiamo che la durata varierà molto in relazione al fattore indicato poco sopra.

 

Applicazione ufficiale

Dell’applicazione ufficiale, Garmin Connect, avevamo già parlato nel corso della recensione del Garmin Vivomove Style; è disponibile per iOS e Android con tutte le stesse funzionalità, personalmente ne apprezzo veramente l’utilità, è semplice, intuitiva ed esteticamente molto bella. L’utente più inesperto potrà raggiungere i report del battito cardiaco, dei passi, delle calorie bruciate, delle attività e così via, sia della giornata corrente, che dell’intera settimana.

Dal polso, quindi direttamente sul Garmin Forerunner 45, si possono visualizzare praticamente gli stessi dati, apprezzabile la scelta dell’azienda di permettere la visualizzazione delle varie rilevazioni su un grafico addirittura settimanale (cosa molto rara, se non sui top di gamma).

 

Garmin Forerunner 45: conclusioni

In conclusione il Garmin Forerunner 45 è un buonissimo smartwatch da consigliare quasi esclusivamente agli utenti che vogliono fare sport, e sono maggiormente propensi alla corsa. Le funzioni smart ci sono, ma se dovessimo osservare solamente quelle, sicuramente consiglieremmo un modello completamente differente. Se non volete spendere troppo, e siete pronti a qualche piccola rinuncia, il Forerunner 45 fa sicuramente al caso vostro, Garmin è sempre una garanzia.

Di seguito trovate la nostra videorecensione completa con i punteggi conclusivi.

Garmin Forerunner 45

167 euro
7.7

Estetica e ergonomia

8.0/10

Display

6.5/10

Funzioni e precisione

8.5/10

Batteria

8.5/10

Prezzo

7.0/10

Pros

  • Ergonomia e peso
  • Rilevazioni accessibili al polso
  • Chip GPS integrato
  • Durata della batteria
  • Garmin Coach

Cons

  • Manca l'altoparlante
  • Manca il microfono
  • Non è possibile rispondere ai messaggi
  • Display di bassa qualità, né touchscreen