Ansia dell'incertezza

Una caratteristica di questa pandemia da coronavirus è senza alcun dubbio l’ansia dell’incertezza. Proprio la mancanza di sapere cosa ci riserverà il futuro ci fa stare in questo complicato limbo. Una crisi che tutti speravamo sarebbe stata di breve durata si trascina indefinitamente e l’elenco delle domande senza risposta continua a crescere.

Ho iniziato a pensare alla nostra situazione attuale come segnata da due pandemie“, dice Kate Sweeny. “Quella virale, ovviamente, ma anche una pandemia psicologica di incertezza.” Un professore di psicologia presso l’Università della California, Riverside, Sweeny è specializzato nel capire come le persone affrontano l’ambiguità.

 

Ansia dell’incertezza, la pandemia aumenta questo senso di malessere

I periodi di attesa sono contrassegnati da due stati esistenzialmente impegnativi: non sappiamo cosa sta arrivando e non possiamo fare molto al riguardo“, spiega Sweeny. Insieme, quegli stati sono una ricetta per ansia e preoccupazione. Le persone spesso preferiscono affrontare la certezza delle cattive notizie piuttosto che l’ansia di rimanere nel limbo.

Questo è ciò che i ricercatori di tre istituzioni nel Regno Unito hanno scoperto in un esperimento del 2013 , quando hanno collegato gli elettrodi a 35 soggetti e hanno chiesto loro di scegliere tra ricevere immediatamente uno shock acuto o aspettare uno più lieve. La stragrande maggioranza ha scelto l’opzione più dolorosa, solo per toglierla di mezzo. “È controintuitivo“, ammette Giles Story, uno degli accademici dietro lo studio.

Per molti di noi le notizie inequivocabilmente brutte sono più facili da affrontare rispetto all’ambiguo periodo di attesa che le precede. Sapere con cosa abbiamo a che fare, anche se è schifoso, ci dà un po’ di libertà. Ironia della sorte, mentre azioni come queste potrebbero fornire un sollievo temporaneo, possono avere l’effetto opposto a lungo termine, mandando i nostri livelli di ansia alle stelle.

Le persone che lottano con l’incertezza si impegnano in comportamenti per cercare di sentirsi più certe, come misurare ripetutamente la loro temperatura“, dice Ryan Jane Jacoby, psicologo del personale del Massachusetts General Hospital. Queste azioni servono solo a perpetuare l’incertezza nel lungo periodo e possono davvero avere un impatto sulla tua salute mentale, poiché iniziano a richiedere più tempo ed energia.

Come hanno sostenuto gli psicologi evoluzionisti, essere intolleranti all’incertezza ha un valore di sopravvivenza. Quindi, invece di chiedersi perché alcune persone lottano per affrontare l’incertezza, la domanda migliore da porsi è come affrontarla. Ecco alcuni dei meccanismi di coping che hanno scoperto che possono aiutare.

Ansia dell'incertezza

Basta con il viaggio mentale nel tempo

Quando ci si trova in grandi periodi di stress solitamente si tende a concentrarsi a ciò che abbiamo fatto in passato. Soffermarsi eccessivamente su ciò che avrebbe potuto essere e cosa potrebbe essere è estenuante e può scatenare depressione e ansia. Per fermare la spirale, Sweeny consiglia di imparare a concentrarsi sul presente utilizzando una tecnica secolare: la consapevolezza.

Sweeny e la sua collega Jennifer L. Howell hanno messo alla prova la consapevolezza in uno studio che ha coinvolto laureati in giurisprudenza in attesa dei risultati dell’esame di abilitazione. “Abbiamo scoperto che le persone che sono naturalmente consapevoli, e anche le persone che hanno praticato una breve meditazione di consapevolezza ogni settimana circa, sembravano stare meglio durante un periodo di attesa stressante.”

Non abbiamo bisogno di attrezzature o dispositivi costosi per iniziare a praticare la consapevolezza. “Essere consapevoli è una sfida, ma praticare la consapevolezza è facile“, consiglia Sweeny. “Ci sono tonnellate di app e video di YouTube con meditazioni guidate, mirate a tutti i tipi di lotte. Esistono anche altri modi per praticare la consapevolezza. Ad esempio, puoi mangiare in modo consapevole, concentrandoti su ogni movimento, gusto, odore e suono.

Ansia dell'incertezza

 

Guardare il programma d’infanzia preferito

Anche se non vogliamo perdere tempo a preoccuparci del passato, fare un piccolo viaggio nella memoria può fare miracoli per la salute mentale durante i periodi di incertezza. Non deve essere cibo. Qualsiasi cosa nostalgica che ti ricordi di un tempo in cui ti sentivi al sicuro può aiutare a compensare l’ansia che deriva da così tanto sconosciuto.

È l’inconsapevolezza con cui le persone stanno davvero lottando, quindi dobbiamo trovare conforto nelle cose che riconosciamo“, consiglia Freeston.”C’è un motivo per cui così tanti adulti stanno tornando a guardare i film Disney“, dice Freeston. “Lo spettacolo che hai visto l’anno scorso sarebbe probabilmente altrettanto divertente da rivedere, ma non ti darebbe quegli stessi segni familiari di sicurezza.”

Ansia dell'incertezza

Giocare a un videogioco

Un nuovo studio ha dimostrato che durante il periodo di blocco da coronavirus, in Cina, giocare o utilizzare questi dispositivi ha portato a preservare la propria salute mentale. “È un antidoto davvero efficace contro l’angoscia durante i vari periodi di attesa“, afferma Sweeny.

Il trucco sta nel trovare qualcosa che non sia così facile che ci annoierà e non così mentalmente faticoso, il che è probabilmente il motivo per cui così tanti avidi lettori non sono stati in grado di rimanere concentrati sui loro libri. Il miglior tipo di attività per raggiungere uno stato di flusso sono quelle che sono divertenti, che ci mettono alla prova la giusta quantità e che ci consentono di monitorare i progressi.

Ansia dell'incertezza

Trovare un nuovo ritmo

Durante il lockdown le persone hanno perso tantissimo, come il lavoro, e anche la loro routine. Tutto ciò, tutti questi cambiamenti hanno contribuito a far crescere questo senso di spossatezza e incertezza del domani.

Per alleviare l’ansia che proviamo quando perdiamo questo ritmo, Freeston consiglia di costruirne uno nuovo. “Dobbiamo assicurarci di creare abbastanza segnali di sicurezza. Quali sono le cose su cui, anche se dovessimo tornare di nuovo in isolamento, puoi contare?È importante sottolineare che devono essere cose che possiamo controllare.Molte persone si proiettano nel futuro, pensando ‘Questo è quello che farò quando …’ Ma alcune di queste cose potrebbero non accadere, o potrebbero accadere in un modo diverso da quello che immagini”, sottolinea Freeston.