Facebook

Dopo le continue disinformazioni sul Covid-19, Facebook e la maggior parte dei social network stanno imponendo dei limiti per bloccare proprio questo diffuso fenomeno. Gli utenti della piattaforma di chat potranno inviare contenuti solo a cinque persone o gruppi alla volta, rispecchiando sforzi simili come WhatsApp.

La mossa arriva tra le continue preoccupazioni per la disinformazione sul coronavirus, con un recente rapporto che afferma che i giganti dei social media non riescono a rimuovere pericolosi post anti-vaccinazione anche quando vengono segnalati a loro.

facebook

Facebook implementa un nuovo limite per combattere la disinformazione

Stiamo introducendo un limite di inoltro su Messenger per aiutare a frenare gli sforzi di coloro che cercano di causare il caos, seminare incertezza o inavvertitamente minare informazioni accurate“, ha scritto Jay Sullivan, direttore della gestione del prodotto per la privacy e la sicurezza di Messenger.

Facebook ha affermato che la decisione è “critica” poiché la pandemia globale continua in un periodo cosi particolare come le elezioni negli Stati Uniti, in Nuova Zelanda e in altri paesi del mondo.

L’amministratore delegato Mark Zuckerberg ha anche rivelato misure più ampie per proteggere le elezioni, comprese le restrizioni sui nuovi annunci politici nella settimana prima delle elezioni statunitensi e la rimozione di post che affermano che le persone otterranno il Covid-19 se prendono parte alle votazioni. Ciò significa aiutare le persone a registrarsi e votare, chiarire la confusione su come funzioneranno queste elezioni e adottare misure per ridurre le possibilità di violenza e disordini