Ciò che è nato dalla mente del designer Pierpaolo Lazzarini, sarà uno yacht che di sicuro si farà notare: un enorme yacht cigno in cui sono concentrati lusso e tecnologie all’avanguardia. L’imbarcazione ha infatti la forma di un cigno, con un lungo collo che si muove e funziona come una sorta di torre di controllo da cui si manovra la barca, portando in alto la testa che può staccarsi dal resto dell’imbarcazione ed essere utilizzata come un tender da 16 metri di lusso.

 

Uno yacht decisamente all’Avanguardia…

Il natante cigno, a cui è stato dato il futuristico nome di Avanguardia, è lungo 137 metri ed è ispirato ai manga giapponesi degli anni ’70. Comprende 5 ponti ed è in grado di ospitare fino a 60 passeggeri. Nonostante la sua stazza non da poco, lo yacht cigno può viaggiare ad una velocità di crociere massima di 18 nodi. La propulsione di Avanguardia è ibrida diesel-elettrica e costituita da due motori laterali elettrici, che è possibile utilizzare anche da soli con una velocità minore, ed un motore centrale MTU Roll-Royce.

 

Il lungo collo dello yacht cigno è una torre di controllo manovrabile

La particolarità di questo yacht dal design futuristico è il lungo braccio che, come il collo del cigno, solleva in alto quella che è sia il ponte di comando che un’imbarcazione ausiliaria da 16 metri. Il lungo collo del cigno può essere manovrato per posizionare questa capsula di comando in diverse posizioni, in modo da consentire sempre una visuale ottimale per la navigazione.

Nella parte posteriore dell’imbarcazione invece, vi sono due capsule jet che possono essere utilizzate in modo indipendente o per aumentare la spinta propulsiva dell’imbarcazione.

Immagine: Instagram @pierpaololazzarini