Wiko Y81

Wiko Y81 è uno smartphone decisamente economico pensato per gli utenti che non pretendono troppo in termini di prestazioni fotografiche, ma che nel contempo riescono a godere di un processore sufficiente e di una batteria quasi infinita. Il prezzo è lo snodo fondamentale, al giorno d’oggi lo si può acquistare a poco più di 100 euro, e devo dire che potrebbe quasi essere un affare.

Le dimensioni sono veramente ridotte, rispetto agli standard attuali, il Wiko Y81 raggiunge infatti 157,9 x 76,1 x 8,3 millimetri di spessore, con un peso complessivo di 166 grammi. E’ leggero ed ampiamente portabile, l’utente lo può quasi utilizzare con una sola mano o trasportare nella tasca dei pantaloni senza problemi.

I materiali utilizzati rinunciano all’alluminio o al metallo, si affidano interamente alla plastica, anche se la back cover, con la sua finitura opaca, riduce di molto la visione delle ditate ed impreziosisce l’estetica. Il singolo modulo della fotocamera è posizionato a semaforo nella parte sinistra, pochissimo in rilievo rispetto alla scocca, di conseguenza anche se posizionato su un piano di lavoro non ballerà assolutamente.

 

Hardware e specifiche tecniche

Il display è un IPS LCD da 6.2 pollici con risoluzione HD+ (1520 x 720 pixel) e rapporto d’aspetto 19:9. Non è curvo ai bordi, le cornici sui lati sono abbastanza sottili, più marcate nella parte superiore/inferiore. Il dettaglio non è chiaramente il suo punto di forza, parliamo comunque di uno smartphone da soli 100 euro, nonostante ciò i colori sono abbastanza ben rispettati in tutta la gamma dinamica. La luminosità è buona, anche sotto la luce solare diretta si vede senza problemi. Essendo un IPS LCD, chiaramente i neri non saranno mai neri ed in bianchi non saranno mai troppo precisi. Complessivamente è comunque è più che accettabile.

Il processore è un Mediatek MT6761D, un quad-core con frequenza di clock fissata a 1,86GHz, accoppiato con una GPU IMG GE8300. La dotazione base è di 2GB di RAM e di 32GB di memoria interna (espandibili fino a 256GB tramite microSD, sono presenti 3 slot per due SIM ed una microSD). Leggendo la scheda tecnica si potrebbe storcere il naso e pensare di ritrovarsi tra le mani un dispositivo fin troppo compassato, devo dire che a conti fatti la velocità non è poi così male, chiaramente non è agile e scattante, bisognerà avere pazienza nell’apertura delle applicazioni e nello svolgimento di determinate operazioni, ma nel complesso è utilizzabile senza troppi problemi. Il gaming non è il suo campo, se volete giocare con alcuni software è possibile, basterà saper rinunciare alla qualità generale o accettare piccoli lag.

Lo sblocco del dispositivo può avvenire solamente tramite il riconoscimento del viso 2D, è assente il sensore per le impronte digitali. Funziona bene, abbastanza lento, sono necessari anche 2/3 secondi prima che effettivamente riconosca il viso, ma è comunque una funzionalità in più che altri device super economici non includono.

Lo speaker altoparlante è mono, inserito nella parte posteriore del terminale. Scelta personalmente non condivisa al 100%, non tanto per la qualità della riproduzione, che rispecchia la fascia di prezzo (quindi pochissimi bassi, buon volume, ma dettagli non nitidi), quanto per la difficoltà di utilizzo. Pensando infatti di utilizzare il vivavoce o di guardare un video con il Wiko Y81 poggiato su un piano di lavoro, l’audio verrà irrimediabilmente smorzato.

Concludono le connettività WiFi 802.11n, bluetooth 4.2, microUSB 2.0 per il collegamento al computer o ad una presa a muro, jack da 3.5mm GPS, manca l’NFC. Il dispositivo è 4G, garantisce una velocità massima in download pari a 150Mbps.

 

Foto e video

Il comparto fotografico del Wiko Y81 è composto da un singolo sensore posizionato nella parte posteriore, questi è da 13 megapixel con apertura F1.8. Le immagini possono essere scattate al massimo a 4163 x 3122 pixel, con zoom digitale fino a 4X.

La qualità degli scatti all’aperto la possiamo ritenere sufficientemente dettagliata e dalle tonalità abbastanza rispettate; il terminale non tende a saturare le immagini, né a sovra/sottoesporle. Lo zoom presenta molti limiti, poiché rischia di sgranarle prima del dovuto.

All’interno il discorso cambia, qui si notano tutte le difficoltà del Wiko Y81, un dispositivo non pensato per essere utilizzato come macchina fotografica, e si vede non poco. Le immagini con scarsa luminosità non sono dettagliate ed il rumore si nota moltissimo anche proprio con una breve riduzione della luce ambientale.

video sono realizzati al massimo a 1080p 30fps e rispecchiano esattamente quanto detto poco sopra, in entrambe le condizioni. La stabilizzazione è digitale, si può riprendere a mano libera senza troppa difficoltà, anche se naturalmente sarà necessario prestare particolare attenzione ai movimenti. La messa a fuoco è molto lenta (quindi si rischia di scattare fuori fuoco), mentre nei video è fin troppo nervosa, spesso cerca di metter a fuoco il soggetto, creando un effetto non particolarmente piacevole.

Anteriormente è stato posizionato un sensore da 5 megapixel di discreta qualità complessiva, gli effetti bokeh non sono il suo punto forte, ma nel complesso riesce ad estrapolare scatti discreti all’aperto (anche controluce), meno al chiuso.

 

Batteria e sistema operativo

Il sistema operativo è Android 10 Go Edition, una versione Lite del sistema di Google, pensata appositamente per i dispositivi che faticherebbero ad avviare Android originale. Le differenze sono minime, sono presenti alcune app lite, ma nel complesso non presenta variazioni sostanziali, se non che alcuni software non sono installabili. Di suo Wiko non integra funzionalità particolari, di conseguenza l’utente potrà fruire praticamente della versione stock di Android. Le patch sono aggiornate, al momento della recensione, al 5 giugno 2020.

La batteria è il componente principe del Wiko Y81, ben 4000mAh che combinati con un display ed un processore poco energivoro, garantiscono una durata incredibile. Non supporta ricarica wireless o inversa, né la ricarica rapida (ma poco male). Secondo i miei standard, con i quali raggiungono 3 ore e mezza di display attivo (in media), con il Wiko Y81 l’utilizzo del display attivo ha superato abbondantemente le 5 ore. Un vero e proprio battery phone, peccato solamente per la presenza della microUSB 2.0.

 

Wiko Y81: conclusioni

In conclusione Wiko Y81 è un ottimo smartphone dalle prestazioni interessanti, sopratutto a questo prezzo. La qualità generale è impreziosita da un’estetica curata, da dimensioni ragionevoli, e sopratutto garantirà utilizzi prolungati senza la ricarica. Il comparto fotografico è sotto la media, ma è anche vero che non è nato per scattare grandi istantanee, per il resto, la velocità del processore, data la spesa, è più che sufficiente per un utilizzo basilare.

Di seguito trovate la nostra videorecensione ed i punteggi riassuntivi, qui per le altre review.

Wiko Y81

103,99 euro
6.9

Estetica e ergonomia

7.0/10

Display

7.0/10

Processore

6.0/10

Foto e video

6.0/10

Batteria

8.5/10

Pros

  • Batteria incredibile
  • Processore sufficiente per la fascia di prezzo
  • Ottima ergonomia e portabilità
  • Prezzo bassissimo
  • Memoria interna espandibile

Cons

  • Manca la USB type C
  • Solo 2 GB di RAM
  • Altoparlante scomodo nella parte posteriore
  • Comparto fotografico non all'altezza