Una dieta corretta ed equilibrata, con il giusto apporto di nutrienti, è fondamentale per il nostro benessere fisico e anche psicologico. La mancanza di alcune vitamine infatti, può essere dannosa non solo per il nostro corpo, ma può anche innescare alcuni meccanismi che a lungo andare potrebbero portarci a sentirci stressati o nervosi, come ad esempio i disturbi del sonno.

 

La mancanza di vitamina B12 può portare a disturbi del sonno

Questo potrebbe essere il caso della vitamina B12, un importante elemento per la nostra ottimale funzione cerebrale. Essa inoltre supporta la formazione di globuli rossi e l’attività del DNA. Una mancanza di questa vitamina può portare all’insorgenza di una serie di sintomi preoccupanti, tra cui un disturbo del ritmo sonno-veglia. Secondo recenti studi infatti la vitamina B12 aiuta a mantenere sincronizzati i ritmi circadiani.

Il meccanismo attraverso cui questo accade non è però ancora noto alla scienza. Secondo alcune ricerche ci sarebbe una connessione tra bassi livelli di vitamina B12 e insonnia, mentre altri studi mostrano che livelli troppo elevati di vitamina B12 sono collegati a disturbi del sonno e riposi più brevi.

 

L’uso di integratori potrebbe alleviare i disturbi

A questo proposito la US National Library of Medicine National Institutes of Health, ha condotto una ricerca sperimentale in cui alcuni pazienti volontari sono stati trattati con vitamina B12 per i disturbi del ritmo sonno-veglia. Dopo la somministrazione è stato notato un miglioramento del ritmo sonno-veglia, concludendo che gli integratori di vitamina B12 potrebbero aiutare a migliorare i disturbi del sonno.

La vitamina B12 è presento soltanto in alimenti di origine animale, per questo spesso a soffrire di carenza di questa vitamina sono vegani e vegetariani che dovrebbero quindi ricorrere a degli integratori, comunemente in commercio, per l’apporto di questo importante nutriente, secondo le dosi e le modalità indicate da medici e farmacisti. Lo stesso vale per chi soffre di ipotiroidismo, condizione che spesso è legata ad un minore assorbimento di vitamina B12.

Immagini: Foto di Sammy-Williams da Pixabay