smettere di fumare

Se vogliamo smettere di fumare, ma non riusciamo perché le nostre voglie ci fanno venire ancora più, nessun problema. È in arrivo un approccio davvero alternativo che ci permette di smettere attraverso l’assecondare proprio queste voglie.

Il download di un’app per smartphone che adotta questo approccio potrebbe aumentare le tue probabilità di successo, secondo uno studio pubblicato lunedì su JAMA Internal Medicine.

 

Smettere di fumare, alcune app ci guidano a farlo

Il problema è che quando cerchi di evitare quello che senti e quello che pensi, paradossalmente crei di più di quello che stai cercando di evitare”, ha detto Jonathan Bricker, autore principale del nuovo studio. Questo approccio al cambiamento comportamentale potrebbe essere vantaggioso per più di una persona su 10 che fuma. Un difetto di questo approccio guidato dalla tecnologia, tuttavia, è che richiede alle persone che cercano di smettere di avere uno smartphone e una linea telefonica funzionante e non tutti hanno questa possibilità. Il medico deve essere cosciente di ciò prima di proporre questo metodo, ha detto il dottor Panagis Galiatsatos non coinvolto nello studio.

Questo nuovo approccio inoltre dovrebbe essere da affiancamento ad una cura medica, non da sostituzione a quest’ultima. Oltre a dimostrare che un piano basato sull’accettazione potrebbe aiutare le persone a ridurre il fumo a lungo termine, Bricker e il suo team volevano dimostrare che monitorare i progressi su un’app digitale era praticamente utile. Secondo i dati di SensorTower.com, circa 490 applicazioni per smettere di fumare sono state scaricate fino a 33 milioni di volte.

Tuttavia, i dati sono limitati su quanto siano effettivamente efficaci. Quindi Bricker e il suo team hanno esaminato più a fondo. Hanno sviluppato uno studio clinico randomizzato che confronta i fumatori utilizzando due diverse app progettate per aiutare le persone a rompere l’abitudine. L’app che ha aiutato le persone ad accettare, piuttosto che evitare, le voglie era del 50% più efficace, hanno scoperto i ricercatori.

smettere di fumare

Affrontare le nostre voglie

Il team di studio ha arruolato 2.415 fumatori di sigarette adulti, dividendoli in due gruppi. Nella prima corte, i partecipanti hanno utilizzato iCanQuit, un’app sviluppata dai ricercatori, basata sulla terapia di accettazione e impegno, che insegna l’accettazione dei fattori scatenanti del fumo. L’obiettivo di questo approccio è smettere di fumare facendo appello ai propri valori e incoraggiare l’utente a lasciare che la voglia di fumare passi senza agire su di essa.

Nel secondo gruppo, i fumatori hanno utilizzato la QuitGuide del National Cancer Institute, un’app progettata per aiutare le persone a smettere di fumare evitando i trigger che spingono le persone verso le sigarette. L’app dell’NCI si basa sulle linee guida della pratica clinica degli Stati Uniti per smettere di fumare, che motivano le persone a smettere con logica e ragione.

Coloro che hanno utilizzato l’app iCanQuit avevano probabilità 1,49 volte maggiori di smettere di fumare rispetto a coloro che hanno utilizzato l’app QuitGuide. Dopo che gli utenti hanno scaricato l’app iCanQuit, hanno impostato una data in cui vorrebbero smettere di fumare, quindi hanno seguito la guida del coach virtuale dell’app, che li aiuta a diventare più consapevoli di specifici fattori di stress personali che innescano la loro voglia di tabacco.

Accettando l’esistenza di voglie piuttosto che cercare di eliminarle, l’app e il suo approccio sottostante facilitano il tiro alla fune che molti hanno con il loro desiderio di una sigaretta. Il team ha concluso che ogni 100.000 fumatori che iniziano con l’app iCanQuit, 28.000 smetterebbero di fumare con successo. Questo eleva le app come un modo efficace per smettere di fumare, ha detto Bricker. Fino a questo punto, non c’erano molti dati sul funzionamento delle app.