covid-19 uvc-led

L’azienda elettronica giapponese Stanley Electric ha dimostrato che la sua tecnologia UVC-LED può inattivare (incapacità di moltiplicarsi) efficaciamente il SARS-CoV-2, il virus che causa l’infezione da Covid-19. La compagnia ha effettuato un test di valutazione per il suo LED UVC da 265 nm prodotto in collaborazione con la Yamaguchi University.

La prova è stata effettuata su piastre dove sono stati collocati 10ml di soluzioni virali, queste sono state poi irradiate con i LED UVC da 265nm in tempi diversi. La titolazione virale infettiva è stata determinata mediante analisi della placca sulle cellule. Il risultato è stata l’inattivazione del SARS-CoV-2 con un tasso del 99,9%.

Per confermare la superiorità della lunghezza d’onda utilizzata di 265 nm, sono previsti ulteriori test di valutazione con diverse lunghezze d’onda e sorgenti di luce UVC. Stanley Electric consiglia l’uso del LED UVC 265nm per varie applicazioni nel campo della sterilizzazione delle superfici e dell’aria, nonché della disinfezione dell’acqua, non solo per evitare infezioni come SARS-CoV-2, ma in generale per ridurre il carico germinale giornaliero.

covid-19 uvc-led

Stanley Electric, dall’illuminazione automobilistica allo sviluppo di sorgenti luminose a LED

La Stanley Electric è stata fondata da Takaharu Kitano nel 1920 per produrre lampade sostitutive per l’allora piccolo numero di auto (tutte importate). L’azienda festeggia quest’anno il suo centesimo anniversario e attualmente impiega circa 17.000 persone con filiali e stabilimenti in tutto il mondo. Il settore dell’illuminazione automobilistica è ancora il mercato principale.

L’azienda è stata coinvolta nella ricerca e nello sviluppo di sorgenti luminose a LED all’inizio degli anni ’70 e ha introdotto una serie di applicazioni LED innovative negli anni ’80. Quest’anno (2020) è stata acquisita una società statunitense che produce substrati per la produzione di LED UVC ad alte prestazioni che possono essere integrati in dispositivi di disinfezione antivirus. Dal chip al componente finito, tutto il valore aggiunto in questo settore avviene in azienda.