Intelligenza artificiale turismo

Mentre Singapore cerca di salvare la sua malconcia industria del turismo, che contribuisce per circa il 4% alla sua economia, si spera che l’intelligenza artificiale possa aiutare il settore a riportare i visitatori in sicurezza.

Singapore sta gradualmente riaprendo nuovamente i suoi confini dopo mesi di restrizioni ai viaggi per il Covid-19. I dati ufficiali mostrano che gli arrivi mensili di visitatori sono diminuiti del 76% tra gennaio e luglio, rispetto a un anno fa. Gli arrivi di visitatori nel solo luglio sono diminuiti di oltre il 99% su base annua.

 

Intelligenza Artificiale, la nuova tecnologia usata nel settore del turismo

Anche se la nazione del sud-est asiatico rimane chiusa alla maggior parte degli stranieri, i funzionari stanno ora valutando la possibilità di revocare le restrizioni per gruppi selezionati di visitatori. Start-up locali come Vouch e Travelstop stanno scommettendo sui loro sistemi basati sull’intelligenza artificiale mentre il paese naviga con nuove misure di sicurezza.

Vouch vende un concierge digitale abilitato all’intelligenza artificiale progettato per rispondere alle richieste degli ospiti, effettuare prenotazioni e accettare ordini del servizio in camera. L’azienda afferma che i suoi chatbot, utilizzati da hotel possono condurre dichiarazioni sulla salute, facilitare l’ordinazione senza contatto per i servizi di ristorazione e gestire il controllo della folla.

La società ha dovuto inizialmente modificare il proprio sistema di ordinazione dei pasti in camera per consentire asporti e consegne, una caratteristica che ha offerto gratuitamente agli hotel durante il blocco parziale di Singapore. Anche altre aziende supportate dall’intelligenza artificiale affermano di essere ottimiste riguardo alle prospettive a lungo termine.

Intelligenza artificiale turismo

Verso il futuro post lockdown

Travelstop, mira a semplificare i viaggi d’affari con l’aiuto della sua piattaforma progettata per accelerare il processo di prenotazione, automatizzare la rendicontazione delle spese e fornire approfondimenti sul risparmio. “Negli ultimi mesi, anche se i ricavi dei viaggi aziendali sono diminuiti, stiamo assistendo a una significativa trazione sulla nostra piattaforma di gestione delle spese poiché le aziende stanno ora accelerando la digitalizzazione dei flussi di lavoro e dei processi per supportare il lavoro dalla cultura domestica”, ha affermato il co-fondatore di Travelstop.

Prima della pandemia, l’intelligenza artificiale e altre forme di apprendimento automatico stavano appena iniziando a infiltrarsi nel settore dei viaggi. Il loro più grande vantaggio è la capacità di personalizzare le esperienze e ottimizzare i servizi in base ai dati dei clienti. La start-up Fooyo crea pianificatori di itinerari personalizzati che includono il monitoraggio della folla in tempo reale per attrazioni ed eventi. L’app include anche un’audioguida AI, che fornisce ai visitatori informazioni in base alla loro posizione GPS.

Gli investitori stanno prestando attenzione a questo settore in rapida crescita. Travelstop ha raccolto 3 milioni di dollari in finanziamenti pre-Serie A guidati dalla società di venture capital della Silicon Valley Accel lo scorso anno, oltre ai 1,2 milioni di dollari ottenuti in un round del 2019 guidato da SeedPlus di Singapore.