cyberpunk 2077 keanu reeves

Lo sviluppatore CD Projekt RED ha pubblicato un nuovo spot di Cyberpunk 2077 con Keanu Reeves dal nome “Seize the Day”. L’attore interpreta Johnny Silverhand nel gioco. Lo spot è stato presentato per la prima volta durante la prima partita delle finali NBA di quest’anno tra Los Angeles Lakers e Miami Heat.

Keanu Reeves, ora 56enne, ha trasformato il suo intero corpo in CGI per il suo nuovo ruolo nel videogioco Cyberpunk 2077. L’attore ha prestato la sua voce e si è sottoposto a lunghe sessioni di motion capture per un totale di otto anni di lavoro. Keanu appare in primo piano nel trailer mentre cammina attraverso una città oscura corredato da un montaggio di clip con alcuni personaggi presenti nel gioco. Nel video dice: “Nel 2077, quando diventi un criminale? Quando ti prendono. A Night City puoi chi vuoi, quello che vuoi, se il tuo corpo può pagarne il prezzo. Allora cogli l’attimo. E accendi quel fuoco.”

Keanu interpreterà nel gioco Johnny Silverhand, leader e frontman dei SAMURAI, una band di musica rock-cromo che in segreto combatte contro le pratiche disumane a cui le persone vengono sottoposte. Silverhand sarà un personaggio chiave per i giocatori che affronteranno il viaggio a Night City. Il gioco, in uscita il 19 novembre su PC, PS4 e Xbox One, vede il giocatore vagare in un universo distopico in cui il mondo è ossessionato dagli innesti cibernetici. Il titolo uscirà in un secondo momento anche per PlayStation 5 e Xbox Series X.

Keanu Reeves, da Cyberpunk 2077 a Matrix 4

Keanu Reeves ha da poco girato le ultime scene di Matrix 4 a Berlino, in Germania. Le riprese hanno seguito protocolli rigidi per via della pandemia da Covid-19 che inizialmente ha costretto a rinviare le riprese del film. Matrix era originariamente concepito come un film d’azione di fantascienza con Will Smith nel ruolo di Neo, anche se rifiutò, e Val Kilmer nei panni di Morpheus, che alla fine fu interpretato da Laurence Fishburne.

Il film rivoluzionario è diventato uno dei film di maggior successo del 1999 e ha vinto quattro Academy Awards, insieme a numerosi elogi da parte della critica. Due sequel, Reloaded e Revolutions, sono stati girati uno dopo l’altro e rilasciati insieme nel 2003.