Covid-19 influenza sintomi

Naso che cola, tosse, mal di gola e febbre: i sintomi di Covid-19 e influenza sono spesso simili. Ciò rende difficile comprendere se la malattia è causata da un virus o da un’infezione batterica.

A prima vista, i sintomi del Covid-19, sono simili a quelli che associamo tradizionalmente al raffreddore o all’influenza di stagione, ma al di là delle similitudini esistono anche delle importanti differenze. Tuttavia ci sono alcuni indizi. È possibile avere entrambe le infezioni allo stesso tempo; alcuni pazienti in Cina quest’anno hanno riscontrato entrambi. Ecco una linea guida che ci permette di capire le differenze.

 

1. Fare un vaccino antinfluenzale

Non è ancora chiaro se gli Stati Uniti avranno una stagione influenzale quest’anno. L’attività influenzale nell’emisfero australe, che è spesso predittiva dell’attività negli Stati Uniti, era del 99% inferiore al normale durante il suo inverno. Gli epidemiologi ritengono che ciò sia dovuto al fatto che australiani, neozelandesi, sudafricani, cileni e altri residenti della metà meridionale del globo indossavano maschere, rimanendo a diversi metri di distanza e lavandosi le mani per prevenire la trasmissione del coronavirus. Quelle stesse precauzioni prevengono anche la trasmissione dell’influenza.

Poiché in questo momento ci sono pochissimi voli tra l’emisfero meridionale e gli Stati Uniti, potrebbe non esserci alcuna possibilità per i soliti quattro ceppi di influenza stagionale di “riseminarsi” tra gli americani. Se lo fanno, le maschere e le distanze sociali dovrebbero limitarne la diffusione.

Gli esperti esortano tutti gli americani a farsi vaccinare contro l’influenza. Prima che si interrompesse bruscamente durante il blocco, la stagione influenzale dell’anno scorso era sulla buona strada per essere una delle peggiori nella memoria recente. A causa dei timori di una “twindemia” , quest’anno sono stati effettuati in gran numero i vaccini antinfluenzali e distribuiti alle farmacie e agli studi medici a partire da agosto. Alla fine del mese scorso, alcuni medici hanno segnalato difficoltà a ordinarne quanti ne vogliono, ma le catene di farmacie dicono che stanno ricevendo rifornimenti costanti.

Covid-19 test diagnostico diagnostico

2. Valutare la differenza tra raffreddore e influenza

Ci sono almeno 100 virus che possono causare il comune raffreddore, ma solo quattro che causano l’influenza stagionale. Molte persone che prendono il raffreddore presumono di avere l’influenza, ma gli esperti dicono costantemente la stessa cosa su come capire la differenza. L’influenza ti fa sentire come se fossi investito da un camion. La febbre, i dolori e il mal di testa di un brutto caso di influenza sono generalmente peggiori di un caso di virus respiratorio sinciziale, rinovirus o altri comuni virus del raffreddore.

Tutti conoscono i sintomi dell’influenza: febbre, mal di testa, dolori muscolari, mal di gola, naso che cola, seni imbottiti, tosse e starnuti e, per i neonati, infezioni alle orecchie. Alcune vittime, soprattutto i bambini, soffrono anche di diarrea o vomito. Nei casi più gravi, la complicanza più comune è la polmonite. I segni tipici di una polmonite influenzale sono la mancanza di respiro, specialmente quando ci si allena, e la respirazione insolitamente rapida e talvolta dolore al petto o alla schiena.

Covid-19 gusto

3. Identificare Covid-19 dai suoi sintomi flulike e “stravaganti”

Sapere se abbiamo il Covid-19 è molto più complicato perché ci sono così tanti sintomi diversi, talvolta piuttosto stravaganti, molti dei quali fanno eco a quelli dell’influenza. I sintomi più comuni sono febbre alta, a volte con brividi, tosse secca e affaticamento.

L’unico segno che distingue davvero le due infezioni è che molte vittime di Covid-19 perdono improvvisamente l’olfatto, non perché hanno il naso chiuso, ma perché non registrano odori nemmeno forti come cipolle o caffè. Non tutte le vittime di virus ottengono l’anosmia, il nome formale per la perdita dell’olfatto, ma uno studio ha rilevato che l’87% lo ha fatto.

I sintomi meno comuni includono mal di gola, congestione, naso che cola, vomito, diarrea, mal di stomaco e sensazione di mancanza di respiro durante lo sforzo. Alcune vittime hanno occhi arrossati o pruriginosi, mentre altre presentano arrossamenti o vesciche sulle dita delle mani o dei piedi, le cosiddette dita di Covid , che assomigliano ai geloni.

australia-quarantena-coronavirus-regione

Essere asintomatici

In aggiunta alla natura spaventosa della malattia, può causare coaguli di sangue che portano a danni cardiaci, cerebrali e polmonari. E anche alcuni casi che sembrano lievi o asintomatici creano segni di ciò che i medici ritengono possa essere un danno cardiaco di lunga durata.

Un altro aspetto insolito di Covid è che le persone a volte sviluppano la polmonite senza rendersi conto di quanto siano malate. I medici non sono sicuri del perché; una teoria è che le sacche d’aria nei polmoni siano danneggiate in modo tale da non causare l’accumulo di anidride carbonica, che crea quella sensazione di “disperazione d’aria“.

Molti medici consigliano di acquistare un pulsossimetro, un dispositivo per la punta delle dita che misura i livelli di ossigeno nel sangue. Letture multiple inferiori al 92 percento dovrebbero attivare una chiamata a un medico. Prima viene contratta la polmonite, migliore è il risultato.