Altrettanto significativo, per la prima volta, la Russia sta cercando di costruire un primo stadio riutilizzabile.

La società spaziale statale russa, Roscosmos, ha svelato i piani per sviluppare il nuovo razzo “Amur”. Il booster sarà alimentato da motori a razzo nuovi e non ancora sviluppati che bruciano metano. Altrettanto significativo, per la prima volta, la Russia sta cercando di costruire un primo stadio riutilizzabile. Roscosmos punta a un prezzo di soli $ 22 milioni per un lancio su Amur. Il razzo sarà in grado di trasportare 10,5 tonnellate nell’orbita terrestre.

Ciò che forse colpisce di più del design del razzo Amur, tuttavia, è quanto assomigli a una versione più piccola del razzo Falcon 9 di SpaceX, e può inoltre sollevare circa il doppio del carico utile in orbita. La somiglianza inizia nella parte superiore, con una carenatura più ampia rispetto al nucleo del razzo. Il razzo Falcon 9 di SpaceX ha una carenatura del carico utile con un diametro di 5,2 metri e il design Amur proposto ha un diametro di 4,1 metri.

Entrambi i razzi sono dotati di una serie di alette a griglia nella parte superiore del primo stadio e gambe di atterraggio alla base. Invece di utilizzare nove motori, come il Falcon 9, il booster Amur utilizzerà cinque motori RD-169.

amur razzo spacex

Una gara tra razzi spaziali

Mentre il primo stadio del razzo Falcon 9 è progettato per tornare al suo sito di lancio o atterrare su una nave drone, il booster Amur verrà lanciato dal Cosmodromo di Vostochny nella Russia orientale e atterrerà a valle, possibilmente in un sito da costruire lungo il mare di Okhotsk. Per ora, la Russia non ha intenzione di far atterrare il booster in mare, a causa delle condizioni spesso difficili nel mare di Okhotsk.

Roscosmos ha affermato che i costi di sviluppo del booster non supereranno i 900 milioni di dollari e ogni primo stadio dell’Amur sarà progettato per compiere 10 missioni durante la fase di test iniziale. Se questo suona familiare, in termini di comunanza, l’obiettivo di SpaceX è quello di pilotare un primo stadio Falcon 9 per la decima volta nel 2021.

Tutto questo suona bene, soprattutto il prezzo competitivo di $ 22 milioni, che è basso per un booster di media portata. È importante notare che il leader spaziale russo, Dmitry Rogozin, ha annunciato una serie di ambiziosi progetti spaziali negli ultimi anni e non ha intrapreso alcuna azione per verificare che vengano portati a termine. Inoltre, anche nel periodo più ottimistico di Roscosmos, l’Amur non sarebbe pronto a volare fino al 2026.

Questo è un tempo lungo per un programma di sviluppo di razzi ed è difficile dire in che tipo di mercato entrerà il booster. Ad esempio, se SpaceX è in grado di mantenere i suoi piani per costruire un sistema di lancio di Starship completamente riutilizzabile, quel veicolo potrebbe essere in grado di lanciare 10 volte tanto quanto l’Amur per un costo simile, o meno. Ciò renderebbe apparentemente difficile per il booster dell’Amur aumentare la quota russa del mercato del lancio di satelliti commerciali.

Commentando il razzo Amur su Twitter, il fondatore di SpaceX Elon Musk ha dichiarato: “È un passo nella giusta direzione, ma dovrebbero davvero mirare alla piena riutilizzabilità entro il 2026. Un razzo più grande avrebbe senso anche per economie di scala letterali. L’obiettivo dovrebbe essere quello di minimizzare il costo per tonnellata utile in orbita o servirà al meglio un mercato di nicchia”.