arteria umani avambraccio

Gli esseri umani non hanno ancora sviluppato mutazioni genetiche per la telepatia o per i superpoteri, ma un nuovo studio mostra che la nostra specie si sta ancora evolvendo in modi unici e i cambiamenti nella selezione naturale potrebbero essere la ragione principale. Un’indagine pubblicata sul Journal of Anatomy ha mostrato un aumento significativo della prevalenza dell’arteria mediana negli esseri umani dalla fine del XIX secolo.

L’arteria mediana è il vaso principale che fornisce sangue all’avambraccio e alla mano umana, quando si forma per la prima volta nell’utero materno, ma scompare quando si sviluppano due arterie osservate negli adulti. Ma molte persone ora conservano l’arteria mediana per tutta la vita oltre alle altre due arterie (circa una su tre). Questa tendenza evolutiva continuerà nei nati a 80 anni da oggi, con l’arteria mediana che diventerà comune nell’avambraccio umano.

 

Gli esseri umani si stanno evolvendo ad un ritmo sempre più veloce

Le arterie radiali e ulnari di solito sostituiscono l’arteria mediana durante le fasi di sviluppo nell’utero, quindi la maggior parte degli adulti ovviamente non ha un’arteria mediana, ma un numero crescente di casi conserva l’arteria, quindi una persona può avere tutte e tre le arterie, perché l’arteria mediana non presenta alcun rischio per la salute. Il dottor Teghan Lucas della Flinders University afferma che questo studio sulla prevalenza dell’arteria nel corso delle generazioni mostra che gli esseri umani moderni si stanno evolvendo a un ritmo più veloce che in qualsiasi momento negli ultimi 250 anni.

“Dal XVIII secolo, gli anatomisti hanno studiato la prevalenza di questa arteria negli adulti e il nostro studio mostra che è chiaramente in aumento. La prevalenza era di circa il 10% nelle persone nate a metà degli anni 1880 rispetto al 30% in quelle nate alla fine del XX secolo, quindi è un aumento significativo in un periodo di tempo abbastanza breve, quando si tratta di evoluzione “.

“Questo aumento potrebbe essere il risultato di mutazioni di geni coinvolti nello sviluppo dell’arteria mediana o problemi di salute nelle madri durante la gravidanza, o in realtà entrambi. Se questa tendenza continua, la maggioranza delle persone avrà un’arteria mediana dell’avambraccio entro il 2100”. Il gruppo di ricerca ha studiato la prevalenza dell’arteria in ogni generazione analizzando i documenti pubblicati e dissezionando cadaveri di individui nati nel 20° secolo.

arteria umani avambraccio

I vantaggi di avere l’arteria mediana

L’autore senior, il professor Maciej Henneberg, afferma che l’arteria mediana offre vantaggi perché aumenta l’afflusso di sangue complessivo e può essere utilizzata come sostituto nelle procedure chirurgiche in altre parti del il corpo umano. “Questa è la micro evoluzione negli esseri umani moderni e l’arteria mediana è un perfetto esempio di come ci stiamo ancora evolvendo perché le persone nate più recentemente hanno una maggiore prevalenza di questa arteria rispetto agli esseri umani delle generazioni precedenti”.

“Abbiamo raccolto tutti i dati pubblicati nella letteratura anatomica e continuato a sezionare cadaveri donati per gli studi ad Adelaide e abbiamo scoperto che circa un terzo degli australiani ha l’arteria mediana nell’avambraccio e tutti l’avranno entro la fine del secolo se questo processo continua.”

Altri esempi di anatomia umana che cambia nel tempo, includono la prevalenza di spina bifida occulta (apertura del canale sacrale), connessioni anormali di due o più ossa nei piedi, crescente assenza di denti del giudizio, l’arteria della tiroide e la fabella (piccolo osso nella parte posteriore dell’articolazione del ginocchio – è aumentata nel tempo).