google duo videochiamate

Google ha lanciato ufficialmente la condivisione dello schermo per le videochiamate Duo, quindi non è più necessario avviare un’altra app o optare per un altro servizio se dobbiamo mostrare all’altra persona in linea cosa c’è sul nostro smartphone. Il gigante della tecnologia ha annunciato la condivisione dello schermo in un post che evidenzia sei delle funzionalità più recenti di Android.

Google aveva lasciato trapelare la nuova funzionalità già a settembre con un tweet: “Condividi più momenti con i tuoi amici su Google Duo. Ora puoi utilizzare la condivisione dello schermo per sfogliare foto e video insieme e pianificare le attività durante una videochiamata”. La società ha rapidamente cancellato quel tweet, ma ha comunque iniziato a distribuire la funzionalità per i dispositivi Android alla fine di settembre, un paio d’anni dopo aver terminato la sua prima iterazione. Condividere lo schermo è semplice, basta toccare il pulsante di overflow nel menu in basso nel mezzo di una chiamata e scegliere Condivisione schermo.

google duo videochiamate

Google Duo, come funziona la Condivisione schermo

Se siamo noi a condividere, vedremo un avviso sulla potenziale esposizione di informazioni sensibili sul display. Non vedremo l’altra persona sullo schermo all’avvio della condivisione e l’unica indicazione su schermo è un’icona sulla barra di stato o una notifica che dice “Condivisione dello schermo in corso.”

Inoltre, Google ha annunciato che l’app Telefono è ora compatibile con più dispositivi. L’app, che era un’esclusiva di Pixel, ha iniziato a farsi strada verso più marchi e modelli Android all’inizio di quest’anno. Ora che è disponibile per la maggior parte dei dispositivi con Android 9 o superiore, più persone possono beneficiare delle sue funzionalità anti-spam.