coronavirus-nuovo-record-mondiale-contagi

A sottolineare ancora una volta che ci troviamo nel pieno della seconda ondata ecco i numeri ufficiali dei nuovi contagi registrati nelle scorse 24 ore. I nuovi contagi a livello mondiale sono stati 381.466, il numero più alto dall’inizio della pandemia. Detto questo, sebbene il dato sia di molto più alto rispetto a quando eravamo nei primi mesi dell’emergenza, il numero di nuovi morti rimanere relativamente basso, 6.083.

Si può realmente definire seconda ondata però? Il punto discordante risulta che il numero dei tamponi che sta venendo fatto è di molto più alto rispetto a prima. Per esempio, in Europa stanno venendo fatti tamponi a tappeto e il risultato lo si sta vedendo nei numeri.

Detto questo però, il numero dei contagi non è l’unico che sta salendo, anche quello dei nuovi ospedalizzati, tra cui quelli che finiscono in terapia intensiva. Al momento è il numero che più deve essere tenuto sottocchio.

 

Il coronavirus in Europa

La situazione, se si guarda solo il numero dei nuovi contagi, continua a risultare grave. La Francia è ancora il paese con il tasso di contagio più alto in Europa. Nella sola giornata di ieri sono stati 22.591 nuovi casi, meno del precedente record, ma per dire come sta andando il contagio bisogna aspettare venerdì; è il giorno nella settimana in cui vengono fatti più tamponi nel paese.

A seguire c’è il Regno Unito con un aumento di 19.724 casi. In questo l’aumento sta risultando più costante e a causa di problemi sorti in precedenza, il numero potrebbe essere ben più alto. La Spagna ha invece registrato 11,970 nuovi casi, il numero più alto da quasi un mese.

Arriviamo a noi, l’Italia. Ieri abbiamo segnato un aumento di 7,332 nuovi casi, un netto aumento rispetto al giorno precedente, ma anche qui c’è da sottolineare che mercoledì è il giorno in cui si effettuano più tamponi. Allo stato attuale rimaniamo comunque ancora uno dei paesi che sta gestendo meglio la seconda ondata, perlomeno dopo la Germania con i suoi 6.063 nuovi casi.