sql

Imparare a programmare può aprire moltissime strade nell’attuale mondo del lavoro, e scegliendo il giusto percorso formativo le possibilità di una carriera di successo sono concrete. Alcuni linguaggi di programmazione però, si rivelano più utili di altri in questo senso, quindi scegliere quelli giusti secondo le proprie ambizioni professionali è di fondamentale importanza, come lo è anche comprendere quali sono le reali esigenze di mercato. Vediamo insieme quali sono i più diffusi al mondo.

 

I migliori linguaggi di programmazione: PHP

Abbiamo detto che imparare la programmazione può tornare davvero molto utile per trovare un lavoro appagante e gratificante, ma anche che altrettanto importante è la scelta dei linguaggi da apprendere. Questo perché alcuni vengono più utilizzati di altri per sviluppare software e applicazioni oramai diffuse nella nostra quotidianità. Ovviamente per acquisire i fondamentali della programmazione è necessario un percorso di studi adeguato, come la formazione effettuata da Aulab.

Sul web infatti, è possibile accedere a moltissime risorse, ma la controindicazione principale di questa pratica risiede nella difficoltà di riordinarle. Non si deve nemmeno dimenticare che anche il metodo di apprendimento è fondamentale, e che questo può essere trasmesso solamente da docenti qualificati. Ad ogni modo, uno dei linguaggi più utilizzati è PHP. La sua peculiarità principale risiede nella sua sintassi piuttosto semplice, che coincide tra l’altro con uno dei motivi della grande diffusione di questo linguaggio.

PHP viene impiegato per la realizzazione di pagine web dinamiche e interattive, e nel corso degli ultimi anni è stato molto spesso oggetto di critiche ingiustificate da parte degli sviluppatori che non erano in grado di comprenderne le potenzialità. Tali critiche però non ne hanno ostacolato la diffusione, al punto che alcuni tra i più grandi progetti al mondo sono stati realizzati proprio in PHP. Alcuni nomi? Facebook, Wikipedia e Yahoo. Una serie di implementazioni tra l’altro, hanno reso questo linguaggio ancora più veloce e affidabile.

 

SQL: linguaggio di programmazione per database

Un altro linguaggio di programmazione davvero molto diffuso nel mondo è SQL. Tale linguaggio viene impiegato per la creazione, la trasformazione e il recupero di informazioni in un sistema per la gestione dei cosiddetti database relazionali. Le sue origini sono da ricercarsi nei primi anni ’70 nei laboratori IBM. Ma quali sono i motivi della sua diffusione? Innanzitutto SQL possiede una struttura decisamente articolata, per cui è necessario determinare le quote di quelle che sono le proprietà logiche dei dati ricercati.

Entrando nel dettaglio possiamo vedere che SQL contiene al suo interno altri linguaggi con cui è possibile agire direttamente sullo schema del database andando a creare gli oggetti singoli che lo compongono, assegnare o togliere i permessi agli utenti per la visualizzazione dei comandi, leggere, inserire e modificare i dati contenuti nel database, e molto altro ancora. Ad ogni modo, SQL risulta uno dei linguaggi più complessi da imparare, e in questo frangente assume ancora più valore un percorso formativo presso una scuola qualificata.

 

Javascript: il re dei linguaggi di programmazione

Il re dei linguaggi di programmazione, quanto meno allo stato attuale delle cose, è sicuramente Javascript. Le motivazioni dietro al primato sono di facile comprensione. Il linguaggio è un elemento essenziale per la creazione di siti web dinamici, con funzionalità animate o interattive. Proprio per questa ragione Javascript è utilizzato in gran parte dei siti internet di qualità. Nato per funzionare su client, ma anche per codificare front-end, il linguaggio sta godendo di un momento di grande popolarità.

Questo sta permettendo a Javascript di diffondersi per l’utilizzo in back-end. Senza dimenticare che viene anche impiegato per sviluppare applicazioni e giochi desktop. In sintesi possiamo definire Javascript versatile, completo e ben sviluppato, e difficilmente, almeno fino all’arrivo di un’altra grande rivoluzione informatica, potrà perdere il suo primato come linguaggio più utilizzato.