donne spazio

Gli scienziati suggeriscono che le donne astronaute sono migliori a livello di prestazioni rispetto gli uomini. Le donne hanno sempre dimostrato di saper fare qualsiasi cosa, compresa la conquista dello spazio, confermando che nemmeno il cielo può limitare il loro successo.

La prima donna nello spazio a scrivere la storia è stata la russa Valentina Vladimirovna Tereshkova lanciata in orbita nel 1963 con la navicella Vostok 6. Dopo 15 anni anche gli Stati Uniti accettarono le donne nel corpo degli astronauti e nel 1978 la NASA approvò le prime sei donne del programma spaziale statunitense. Tra queste Sally Ride, una dottoressa in fisica, scrisse la storia per essere stata la prima donna ad aver viaggiato due volte nello spazio.

Successivamente più di 59 donne, tra cui cosmonaute, astronaute, specialisti del carico utile e cittadini stranieri, hanno volato nello spazio e molte altre donne astronaute si stanno preparando a prendere il loro primo volo oltre la Terra. Nonostante i progressi raggiunti l’80% degli astronauti sono ancora uomini.

 

I vantaggi di viaggiare con una donna nello spazio

Ma quindi quali sono queste caratteristiche che differenziano la donna dall’uomo nei viaggi nello spazio? Secondo gli scienziati le prime sarebbero migliori sotto molteplici aspetti, vediamoli insieme:

  • Le donne sono più leggere: inviare troppo peso nello spazio richiede carburante, che costa molti soldi. Avere più donne nell’equipaggio potrebbe aiutare a ridurre i costi dei viaggi nello spazio.
  • Le donne assumono meno calorie e utilizzano meno risorse: quando prevedi di inviare esseri umani su Marte, potrebbe essere una buona idea avere più donne nell’equipaggio perché richiedono dal 15 al 25% di calorie in meno rispetto agli uomini. Inoltre consumano meno energia nonostante possiedano livelli di attività simili. Inoltre, poiché le donne sono (in media) più piccole degli uomini, producono meno rifiuti (CO2 ed escrezioni corporee), rendendo più facile il riciclaggio per i sistemi dei veicoli spaziali.
  • Il viaggio nello spazio colpisce uomini e donne in modo diverso: a causa degli effetti della microgravità e delle radiazioni, i viaggi nello spazio possono avere diverse implicazioni sulla salute degli astronauti. Sembra che gli uomini siano meno colpiti dalla cinetosi spaziale rispetto alle donne, ma gli uomini sono più veloci a sperimentare una diminuzione dell’udito. Gli uomini hanno anche un rischio maggiore di problemi di vista, mentre le donne tendono ad avere più infezioni del tratto urinario.
  • Le donne possono partorire: un’idea per la colonizzazione a lungo termine dello spazio è inviare un equipaggio di sole donne su Marte o in altre colonie. Ciò ridurrebbe i costi di viaggio, poiché un equipaggio di sole donne si riproduce nel tempo con mezzi artificiali.

Le donne hanno già dimostrato di essere grandi astronaute. Tuttavia, non ci sono ancora studi sufficienti per concludere se le donne debbano costituire la maggior parte – o tutti – i primi coloni nello spazio.

Foto di WikiImages da Pixabay