uomo-morto-allergia-freddo

Molti di noi escono dalla doccia senza pensarci, passando da un ambiente caldo a uno, molto probabilmente, freddo. Questa azione banale è quasi costata la vita a un uomo a causa di una reazione allergica dovuta proprio allo sbalzo di temperatura. Si tratta di un 34enne del Colorando, negli Stati Uniti, e il rapporto medico risale al 27 ottobre.

Il suddetto è stato trovato dai paramedici in condizioni particolarmente gravi. Aveva difficoltà a respirare e su tutta la pelle era comparsa l’orticaria, dovunque. Una reazione allergica che ha colpito tutto il corpo, l’anafilassi. I parenti hanno subito sottolineato che in realtà l’uomo aveva già avuto in passato esperienze simili, ma non su tutto il corpo.

Per cercare di trattarlo, gli hanno subito dato dell’epinefrina e in seguito dell’ossigeno per poi portarlo al più vicino pronto soccorso. Al momento dell’arrivo l’orticarica era ancora presente e in più sudava in abbondanza.

 

Allergia da freddo: un uomo è quasi morto

Secondo la famiglia, questa condizione è comparsa per la prima dopo che l’uomo aveva fatto un viaggio in Micronesia la quale ha un clima molto diverso dal Colorando, dal freddo al tropicale. Per quando non sembri, tale reazione è molto comune una volta che si viene esposti all’aria e persino all’acqua fredda. Potrebbe accadere anche semplicemente in seguito all’ingerimento di bevande fredde.

Il sintomo più comune sono le eruzioni cutanee mentre nei casi più gravi si può sviluppare una anafilassi che porta la pressione sanguigna ad abbassarsi e a intaccare le vie aeree. Questo succede spesso quando è tutto il corpo che entra in contatto con l’aria fredda. L’uomo è stato trattato con antistaminici e steroidi e così le sue condizioni si sono stabilizzate e poi migliorate.

Ph credits: Link