eclissi lunare, pioggia di meteore, stelle cadenti

Per tutti gli appassionati di astronomia, il cielo di novembre riserva qualche piacevole sorpresa che ci terrà con il naso all’insù per scrutare la volta celeste a caccia di stelle cadenti o per ammirare l’eclissi lunare.

 

Il pieno di stelle cadenti: abbiamo bisogno di un desiderio

Questo mese infatti potrebbe fornirci un po’ di sollievo dal tragico momento storico che stiamo vivendo e che ci mette a dura prova. Non c’è dunque niente di meglio che passare una serata ad ammirare lo spettacolo delle stelle cadenti. E a novembre avremo ben due occasioni per poter esprimere i nostri desideri. E mai come in questo 2020, abbiamo bisogno della speranza che un desiderio si avveri.

Il primo appuntamento con le stelle cadenti sarà la notte tra l’11 ed il 12 novembre, quando lo sciame meteoritico delle Tauridi raggiungerà il suo apice. Questo sciame non è di certo famoso per il numero di passaggi di meteore all’ora, saranno infatti al massimo 5 ogni ora. Per le Tauridi infatti non è una questione di quantità, ma di qualità. Le sue stelle cadenti infatti sono note per le loro meravigliose scie luminose e per la lentezza con cui passano, lasciandosi ammirare per qualche secondo nel loro splendore.

Mentre un po’ più abbondanti saranno i passaggi del successivo sciame meteoritico. Le Leonidi infatti, che raggiungeranno il picco massimo tra il 16 ed il 17 novembre, dovrebbero far registrare almeno da 15 a 20 passaggi all’ora.

Le Leonidi sono il contrario delle Tauridi in tutto e per tutto. Se infatti queste ultime sono lente e poche, le Leonidi saranno invece più numerose e più veloci. Secondo la NASA infatti, questo sciame meteoritico farà registrare il passaggio di alcune delle stelle cadenti più veloci, che sfrecceranno nella nostra atmosfera alla velocità di quasi 255.000 km/h.

Come sempre, per osservare al meglio questi eventi, vi consigliamo di recarvi in località dove vi è una scarsa illuminazione, se non del tutto assente. Per quanto riguarda le Leonidi, il momento migliore sarà tra la mezzanotte e l’alba e lo sguardo va rivolto verso est.

 

Eclissi lunare e congiunzioni: la Luna sempre protagonista

Ma gli spettacoli di novembre non finiscono qui. Se a fine ottobre abbiamo avuto una Luna Blu, anche la fine di questo mese sarà dedicata alla Luna. Il 30 novembre infatti si verificherà un’eclissi lunare di penombra, che sfortunatamente non sarà però visibile in Europa.

Ma non rimarremo comunque a bocca asciutta osservando la Luna. Il nostro satellite infatti questo mese darà spettacolo con ben tre congiunzioni. La prima sarà un trio con Venere e Mercurio nella notte del 13 novembre, poco prima dell’alba. Seguirà poi un altro terzetto che vedrà avvicinarsi la Luna con Giove e Saturno il 19 novembre. L’ultima congiunzione a cui prenderà parte la Luna, sarà il 25 novembre, quando il nostro satellite sarà vicino al rosso Marte.

Sempre in tema di congiunzioni astrali, da non perdere sarà la congiunzione planetaria tra Plutone ed il gigante Giove, che potremo ammirare, per la terza volta nel 2020, il 12 novembre.

Foto di Free-Photos da Pixabay