Rover Curiosity

La Terra sta sicuramente attraversando un periodo tumultuoso, ma la calma che trasmettono le strane rocce presenti su Marte può essere una fuga rasserenante dalla realtà. Queste buffissime pietre assomigliano a comuni oggetti terrestri, come frittelle e punte di trapano. Qualche giorno fa, il rover della NASA Curiosity ha scattato diverse foto di una roccia lucida e liscia insieme ad altre rocce spaziali, più piccole ma altrettanto brillanti. La roccia più grande assomiglia molto a una frittella capricciosa, ma spesso queste immagini ravvicinate fanno sembrare le pietre più grandi di quanto non siano in realtà.

 

La roccia lucida dalla forma strana fa parlare il mondo

Gli scienziati hanno intavolato una conversazione su Twitter in merito ad alcune delle divertenti rocce che Curiosity ha avvistato negli ultimi giorni. La scienziata planetaria Emily Lakdawalla ha ritwittato uno scatto della roccia lucida insieme a una bella poesia omaggio (ispirata a Moana) su come essa sembri essere stata “levigata con la sabbia”.

La roccia – che un osservatore pensava assomigliasse a un gelato al cioccolato fuso – potrebbe essere un ciottolo sfaccettato che vento e sabbia, elementi abbondantemente presenti su Marte, hanno levigato. Lo scienziato Kevin Gill, che ha prodotto molte foto spettacolari del rover Curiosity, ha twittato una collezione di piccole rocce, una delle quali assomiglia in modo divertente a una punta di trapano grazie ai giochi di luce sulla sua superficie.

L’immagine è un primo piano proveniente dalle foto che Curiosity ha scattato il 30 ottobre utilizzando lo strumento ChemCam. Secondo un post pubblicato sul blog della NASA mercoledì scorso, il rover sta analizzando un’area di terreno friabile. La geologa planetaria Lucy Thompson, in collaborazione con la University of New Brunswick, scrive che l’obiettivo principale del team è quello di documentare le texture, le relazioni e la composizione chimica delle rocce.

Sebbene Marte sia attualmente una zona priva di frittelle, è un parco giochi per l’immaginazione umana e per la capacità di vedere oggetti familiari in forme casuali, un fenomeno chiamato pareidolia. Infine, altra curiosità: una società chiamata Aleph Farms sta già pianificando in anticipo un modo per fornire bistecche senza macellazione ai futuri astronauti in visita a Marte, pertanto il sogno delle frittelle potrebbe un giorno avverarsi.

Ph. credits: NASA/JPL-Caltech