Day trading

In questo momento di difficoltà, le previsioni per il mondo del trading non sono rosee. In particolare, si prevede che il boom del day trading finirà male. In previsione dell’inevitabile crollo, occorre riflettere non solo sul motivo per cui i day traders sono destinati a perdere, ma anche sul motivo per cui la maggior parte delle persone non dovrebbe fare trading né investire in singoli titoli.

 

Il day trading è attualmente sconsigliato: ecco come sostituirlo

Fare day trading significa fondamentalmente comprare e vendere rapidamente investimenti, sperando di trarre profitto da lievi fluttuazioni di prezzo. Quest’anno, i broker hanno segnalato un’impennata del trading e dei nuovi conti a partire dal crollo del mercato azionario di marzo, quando gli investitori si sono precipitati a cercare occasioni. Mentre la pandemia ha tenuto le persone lontane dal lavoro e dalle aule, il trading ha continuato a crescere e diffondersi, soprattutto tra i giovani adulti.

Il simbolo di questa corsa all’oro è Robinhood, un’applicazione per gli investimenti senza commissioni che si serve della tecnica del behavioural nudge per incoraggiare le persone a commerciare. Nel 2020 Robinhood ha aperto oltre 3 milioni di conti e a giugno ha registrato più transazioni di qualsiasi altro broker quotato in borsa. Secondo la società, più della metà dei clienti sta aprendo il suo primo conto di investimento.

La triste vicenda di Alexander Kearns, 20 anni, è un esempio di ciò che può andare storto. Lo studente della University of Nebraska si è suicidato dopo aver visto un saldo negativo di 730165 dollari sul suo conto di Robinhood. Il trader alle prime armi potrebbe aver frainteso una potenziale perdita su una parte di un’operazione di trading di opzioni che aveva effettuato usando denaro preso in prestito. In realtà, quando è morto aveva 16000 dollari in contanti sul suo conto.

Le ricerche hanno dimostrato che la stragrande maggioranza dei day trader perde denaro, e solo l’1% circa ottiene costantemente rendimenti migliori rispetto a un fondo indice a basso costo. Tuttavia il mercato azionario in crescita, oltre a una marea di investitori inesperti e facilmente entusiasmabili disposti a fare offerte al rialzo dei prezzi delle azioni, ha spesso portato i trader a convincersi di far parte di quell’1%.

 

Come ridurre le perdite e massimizzare i profitti

Il modo più sensato per coprire tale rischio è la diversificazione. Ciò comporta l’acquisto di azioni in molte aziende, anche di dimensioni diverse, in diversi settori e in diversi Paesi. Si tratta di un’operazione proibitiva per la maggior parte degli investitori individuali, ed è per questo che i fondi comuni d’investimento e i fondi negoziati in borsa rappresentano una scommessa migliore.

Un altro modo per guadagnare è ridurre al minimo i costi di investimento. Ciò significa compiere meno operazioni, perché il trading comporta dei costi anche quando non ci sono commissioni.

Ph. credits: Foto di Lorenzo Cafaro da Pixabay