stelle cadenti, leonidi, novembre 2020

Tra qualche giorno potremo godere al massimo di uno degli spettacoli d’autunno, le stelle cadenti delle Leonidi, che raggiungeranno il loro picco nella notte del 17 novembre.

 

Le Leonidi, stelle cadenti in un cielo senza luna

Questo sciame meteorico è composto dai resti della cometa 55P/Tempel-Tuttle che seguono la loro orbita attorno al sole e che la Terra incrocia ogni anno a novembre.

Queste stelle cadenti in realtà sono già visibili da qualche giorno e lo saranno fino a fine mese, ma sarà la notte del 17 quella più spettacolare. In cui raggiungeranno il loro massimo e faranno registrare il più alto numero di passaggi all’ora.

Questo sciame meteorico, che deve il suo nome al fatto che sembra provenire dal quadrante astronomico in cui si trova la costellazione del Leone, tocca un suo punto massimo ogni 33 anni. In questo picco offre uno spettacolo impressionante con grandi meteore e stelle cadenti dalle scie molto luminose e consistenti. L’ultimo dovrebbe essersi verificato nel 2001, o nel 2002 secondo alcuni astronomi. Dovremo quindi attendere ancora un po’ per questo evento straordinario, ma intanto possiamo godere del suo spettacolo più comune.

Quest’anno inoltre, il picco della sera del 17 novembre sarà facilmente osservabile. La Luna infatti non ne impedirà la vista con la sua luce, dato che soltanto due giorni prima, il 15 novembre, la Luna sarà nella sua fase di Luna nuova. Il cielo sarà dunque sufficientemente buio, a patto che si scelga per l’osservazione un luogo lontano dalla città e dall’inquinamento luminoso, unico vero impedimento per l’osservazione.

 

Il prossimo appuntamento sarà per dicembre

Se poi dovessero sfuggirci queste stelle cadenti, niente paura. Potremo rifarci a dicembre con le Geminidi, un altro sciame di stelle cadenti che avrà il suo massimo il 14 dicembre. Avremo dunque un’altra occasione per esprimere i nostri desideri di cui, mai come quest’anno, potremmo aver bisogno.

Foto di Achim Kleist da Pixabay