tsunami alaska ghiacciaio

Un ghiacciaio in Alaska minaccia di innescare uno tsunami potenzialmente mortale mentre si ritira a causa del surriscaldamento globale. Il ghiacciaio Barry Arm che scorre nello stretto del Prince William Sound si è ritirato rapidamente negli ultimi anni e il risultato è che alcuni pendii adiacenti tenuti in posizione dal ghiacciaio per secoli sono stati destabilizzati. I ricercatori temono che se dovesse collassare completamente potrebbe innescare un catastrofico tsunami. Lo studio è stato pubblicato su Geophysical Research Letters.

Nello studio, i ricercatori hanno modellato diversi scenari per scoprire che un tale collasso potrebbe produrre uno tsunami che si muove fino a 145 chilometri all’ora attraverso lo stretto che è frequentato da grandi navi da crociera, navi da carico, pescherecci e canoisti. I ricercatori riferiscono che le onde potrebbero raggiungere altezze di 10 metri nella vicina città di Whittier.

 

Il cambiamento climatico ha reso il ghiacciaio instabile

Secondo l’autore principale Chunli Dai della Ohio State University il crollo potrebbe rilasciare sedici volte più detriti e undici volte più energia della frana e del mega tsunami della baia di Lituya in Alaska del 1958. Quell’evento è stato innescato da un terremoto di 7.8 e ha prodotto quella che si pensa sia l’onda più alta della storia moderna a 1.700 piedi (circa un terzo di miglio o mezzo chilometro) che ha distrutto milioni di alberi intorno alla baia remota.

Un terremoto simile, una pioggia significativa o altri fattori potrebbero innescare un crollo del Barry Arm in qualsiasi momento. Questo è solo uno dei molti modi in ​​cui il riscaldamento del pianeta minaccia di danneggiare o distruggere vite e proprietà. Nelle Ande del Perù, le frane nei laghi glaciali minacciano di provocare inondazioni che possono devastare le grandi città a valle.

Tuttavia, continuano ad arrivare nuovi dati dal Prince William Sound. Martedì, il Dipartimento delle risorse naturali dell’Alaska ha riferito che le immagini satellitari hanno mostrato un rinnovato movimento del pendio instabile sotto forma di “otto pollici di scorrimento verso il basso.” I funzionari statali hanno chiesto a tutti di evitare l’area del Prince William Sound vicino al Barry Arm.

Foto di David Mark da Pixabay