Covid-19 test

Il test rapido con puntura delle dita progettato per mostrare se una persona è infetta da Covid-19 risulta meno accurato di quanto suggerito da ricerche precedenti. Il test rapido AbC-19, sviluppato per l’uso da parte degli operatori sanitari, cerca gli anticorpi contro il virus in una piccola goccia di sangue da una puntura del dito e può mostrare i risultati in soli 20 minuti, senza bisogno di un laboratorio specializzato attrezzature.

Lo studio, condotto dai ricercatori della Ulster University nell’Irlanda del Nord, è pubblicamente disponibile ma è ancora in attesa di revisione tra pari. Ha scoperto, in effetti, che il test rapido AbC-19 non avrebbe fornito risultati falsi positivi, con una specificità del 100%. La specificità è la capacità di identificare correttamente un campione vero negativo, piuttosto che fornire un falso negativo.

 

Covid-19, il test rapido non è cosi affidabile

Ora, un nuovo studio indipendente su AbC-19 ha trovato risultati significativamente diversi in termini di accuratezza del test della puntura del dito. Un team di scienziati ha analizzato campioni di sangue di 2.847 operatori chiave, 268 dei quali avevano precedentemente fornito un risultato PCR positivo per Covid-19, mentre 2.579 avevano uno stato di infezione precedente sconosciuto.

I risultati suggeriscono che la specificità di AbC-19 è del 97,9%, non del 100%, come affermato dallo studio precedente e la sua sensibilità è del 92,5%. Le differenze tra i due studi probabilmente riflettono il modo in cui i due gruppi hanno testato il dispositivo AbC-19. Tuttavia viene suggerito che la ricerca precedente non fornisce un’immagine così chiara dell’accuratezza del test.

Sebbene nessun test sia mai perfetto, la ridotta accuratezza riportata del test AbC-19 è qualcosa di cui le persone dovrebbero essere consapevoli, dicono i ricercatori. Questi nuovi dati sono molto utili a livello di salute pubblica. Se sappiamo quanti casi vengono erroneamente definiti positivi, possiamo adeguare di conseguenza le stime sulla popolazione dell’infezione precedente.

Foto di Elchinator da Pixabay