storioni atlantici

Alcuni passanti sulle spiagge della Virginia hanno assistito ad un ritorno all’antico passato. Hanno trovato alcune carcasse di antichi storioni atlantici appartenenti d oltre 160 milioni di anni fa, quando il mondo era abitato dai dinosauri. Il pesce lungo oltre due metri presenta cinque file di placche ossee conosciute come scudi dal guscio di una tartaruga a un coccodrillo allo stesso stegosauro, era intatto tranne che per il testa quasi staccata.

Generalmente essendo una specie in via di estinzione depone le uova in autunno nei fiumi della baia di Chesapeake e poi migrano verso l’oceano più profondo, ha detto la biologa marina e specialista di storioni Noelle Mathies. Il loro habitat è lungo tutta la costa orientale degli Stati Uniti, dove un tempo erano così abbondanti che a New York erano conosciuti come l’alimento base.

 

Virginia, carcasse di storioni atlantici sulle spiagge del paese

Lo storione atlantico una volta si trovava in grande abbondanza, ma le loro popolazioni sono diminuite notevolmente a causa della pesca eccessiva e della perdita di habitat. Era apprezzato per le sue uova, che erano valutate come caviale di alta qualità. Oggi, tutte le specie della popolazione degli storioni dell’Atlantico sono elencati come minacciati o minacciati dall’Endangered Species Act. Le minacce principali attualmente affrontate da questa specie sono l’impigliamento negli attrezzi da pesca, il degrado dell’habitat, gli impedimenti dell’habitat come dighe e altre barriere e scioperi delle navi.

Lo storione ha bisogno di substrati di fondo duro nei tratti d’acqua dolce per la deposizione delle uova, quindi qualsiasi attività che distrugge quei luoghi direttamente o indirettamente influenzerebbe l’habitat dello storione atlantico. Per supportare tutte le fasi della vita, lo storione atlantico richiede anche quantità d’acqua e qualità dell’acqua sufficienti per supportare tutte le fasi della vita, che sono spesso influenzate dalle attività di cui sopra.

Foto di Marshall Tompkins da Pixabay