crostaceo, Cymothoa exigua, parassita

Un team di ricercatori dell’Università di Hokkaido in Giappone, ha scoperto una specie di Cimotoidi estremamente rara e in un luogo davvero particolare. Questo crostaceo è stato infatti trovato nella bocca di un esemplare da museo di uno squalo di acque profonde catturato dal Mar Cinese Orientale. Questa incredibile scoperta suggerisce quindi l’ampia distribuzione di questi crostacei in tutto il mondo.

I Cimotoidi sono un famiglia di isopodi e appartengono dunque all’ordine dei Crostacei. Si tratta di ectoparassiti dei pesci e alcune specie di questa famiglia sono conosciute come pidocchi mangia lingua o semplicemente mangia lingua, come ad esempio la Cymothoa exigua.

 

Un raro piccolo crostaceo della famiglia dei Cimotoidi

La rara specie scoperta dal professor Ryota Kawanishi e dal dottor Shinpei Ohashi dell’Università di Hokkaido è la Elthusa splendida, una specie estremamente rara di Cimotoide del Mar Cinese Orientale. Il loro articolo, pubblicato sulla rivista Species Diversity, amplia la gamma di questa specie a quasi i lati opposti della Terra.

A questa famiglia di crostacei appartengono oltre 300 specie di parassiti e che hanno come ospite un’ampia varietà di pesci, dall’acqua dolce al mare profondo. Un recente studio sulla genetica della famiglia ha dimostrato che è molto probabile che si siano evoluti nelle profondità marine e si siano poi diversificati. Anche se sappiamo molto poco di questi crostacei nelle acque profonde, principalmente a causa della difficoltà del campionamento in questi luoghi.

Elthusa splendida è uno tra i meno studiati di tutti i Cimotoidi di acque profonde. Nel 1981 ne furono catalogati e descritti solo cinque esemplari, recuperati da uno spinarolo cubano, uno squalo di acque profonde, catturato al largo del Brasile meridionale. Da allora non sono stati più trovati campioni di esemplari di questa specie.

 

L’importanza delle collezioni museali

L’esemplare di Elthusa splendida è stato scoperto durante l’analisi di alcuni pesci presso il Fisheries Science Center dell’Hokkaido University Museum (HUMZ) ad Hakodate. In particolare il piccolo isopode si trovava nella bocca di uno spinarolo giapponese (Squalus japonicus, Ishikawa, 1908 ), uno squalo di acque profonde, raccolto nel Mar Cinese Orientale nel giugno del 2003 e conservato in formalina.

A determinare l’identificazione del crostaceo con la rara specie di isopode è stata una particolare caratteristica dell’Elthusa splendida. Questo isopode è infatti l’unico della sua famiglia che presenta quattro fosse sulla prima pereonite, ovvero il primo segmento dietro la testa. Per osservare ed esaminare questa caratteristica i ricercatori si sono avvalsi di un sistema di misurazione 3D computerizzato.

Questo nuovo studio fornisce dunque nuove informazioni su questa rara specie di crostaceo. Per prima cosa dimostra che si estende sino quasi ai due antipodi della Terra. Aspetto questo che porta i ricercatori a credere che la E. splendida parassiti molti altri pesci cartilaginei di acqua profonda del genere Squalus. Inoltre questa ricerca conferma che E. splendida è uno di quei Cimotoidi che parassita la bocca e non le branchie ed è una delle rare specie che si attaccano al palato.

In conclusione questo studio dimostra non solo quanto ancora dobbiamo conoscere delle affascinanti creature che popolano i mari e gli oceani, ma anche di quanto siano importanti le collezioni museali che potrebbero celare, e custodire, ancora molti segreti.

Ph- Credit: Marco Vinci – Opera propria, CC BY-SA 3.0,