coronavirus-europa-asia-lockdown

In Italia la situazione sembra migliorare e si sta iniziando timidamente a parlare di abbassare le restrizione in poste. Non solo da noi però. In Francia, forse il paese più colpito a livello di contagi da questa seconda ondata, si sta discutendo di abbassare le restrizioni del lockdown le settimane che precedono il Natale.

Le parole del portavoce del governo francese: “Ci saranno tre passaggi per allentarsi in considerazione della situazione sanitaria e dei rischi legati ad alcune imprese: un primo passo intorno al 1 dicembre, poi prima delle vacanze di fine anno, e poi da gennaio 2021. Ci eravamo impegnati a consentire loro di riaprire intorno al primo dicembre se la situazione sanitaria fosse migliorata, come sembra essere il caso.”

Lo stesso vale per il Regno Unito. Il premier Boris Johnson starebbe parlando per interrompere il lockdown dell’Inghilterra il 2 di dicembre. In aggiunta, stanno già parlando del piano vaccinale visto che i vaccini sono praticamente in dirittura di arrivo. E se mentre in Europa succede questo, in alcuni paesi asiatici succede il contrario.

 

Coronavirus: in Europa si allenta in Asia si restringe

Nello specifico, la Corea del Sud ha avvertito che potrebbe essere necessario rafforzare le regole di distanziamento sociale. Questo è dovuto a un leggero aumento dei casi registrati nell’ultima settimana nonostante gli sforzi fatti. In una situazione simile è il Giappone che vorrebbe reimporre i limiti di partecipazioni per i grandi eventi. L’Iran invece starebbe lavorando per fermare una possibile terza ondata alla luce del fatto che è risultato essere il paese asiatico più colpito.

Ph. credit: Euractiv