visoni-ceppo-coronavirus-danimarca-scappati

La situazione in Danimarca non si è evoluta nel migliore dei modi. Diverse decine di esemplari di visoni sono scappati dagli allevamenti intensivi. Normalmente non sarebbe un problema, ma a questo giro lo è, e anche di molto. Questi animali erano stati contagiati dal nuovo ceppo di coronavirus, il ceppo che ha di fatto obbligato il governo ha ordine l’abbattimento di 17 milioni di capi.

Come detto, gli allevatori fanno sapere che ogni anno riescono a scappare diverse migliaia di visoni. Sembrano tanti, ma in realtà una una piccolissima frazione sul totale. Secondo le autorità preposte all’abbattimento, almeno 100 esemplari di quelli scappati a questo giro era stati contagiati dal SARS-CoV-2.

È un problema. Questi animali potrebbero anche diffondere il ceppo in questione a quelli selvatici e dare vita a nuove catene di contagio. Sarebbe un peccato visto che secondo il governo danese, tutte le persone che erano entrate in contatto con il ceppo erano guarite.

 

Visoni, coronavirus e vaccini

Il problema di lasciare andare in giro questi animali è proprio il fatto che potrebbero far circolare un ceppo apparentemente molto contagioso. Andando in giro guadagnerebbe il virus ancora tempo nel quale potrebbe mutare ancora altre volte e diventare meno prevedibile. Inoltre, potrebbe diventare un inconveniente agli stessi vaccini.

Anche se ovviamente non ci sono certezze in merito, c’è la possibilità che questo ceppo di coronavirus sia più resistente agli attuali vaccini prossimi al loro rilascio su larga scala. In sostanza, mesi di preparativi potrebbero sparire per qualche decine di visoni a spasso per la Danimarca.

Ph. credit: Forbes