Dyson 360 Heurist

Dyson 360 Heurist rappresenta la seconda generazione dei robot aspirapolvere secondo una delle aziende più famose, ed innovative in termini di aspirazione e di qualità generale. Il prezzo, come tutti i prodotti del brand, è proibitivo per molti di noi, tuttavia la qualità generale è decisamente superiore alla media.

Esteticamente il prodotto è davvero molto bello, la colorazione è l’iconica di tutti i Dyson, con verniciatura opaca che non trattiene per nulla le impronte. L’unica nota di demerito riguarda il suo essere particolarmente delicato, infatti rischierete di rovinarlo in pochissimo tempo, anche solamente tramite la navigazione nella vostra abitazione.

Le dimensioni non sono elevate, è più piccolo della concorrenza, infatti raggiunge 240 x 330 millimetri, e riuscirà ad insinuarsi maggiormente sotto le gambe del tavolo, tra le sedie o in piccoli anfratti; forse è troppo spesso, raggiunge 19 centimetri, di conseguenza è più in difficoltà se deve infilarsi in spazi relativamente bassi. Il suo peso rispecchia le dimensioni generali, corrisponde a 2,51kg, e lo spostamento è facilitato dalla presenza di due comode maniglie sui bordi, utilissime per l’eventuale trasporto.

Nella parte superiore trova posto un singolo pulsante fisico, da utilizzare per l’avvio/pausa della pulizia, attorniato da una serie di spie che ne individuano lo stato attuale (eventuale errore, ritorno alla base, batteria e connessione al WiFi).

Sempre sullo stesso piano incrociamo una novità fondamentale, il cosiddetto ring led, ovvero 8 led disposti a cerchio, non da sostituire nel tempo, il cui obiettivo è di illuminare l’area circostante, quando la camera al centro degli stessi, riconosce un’area con scarsa luminosità. In altre parole, il Dyson 360 Heurist si sposterà di stanza in stanza, e nel caso in cui riconoscesse di trovarsi in una condizione per la quale potrebbe faticare a riconoscere gli ostacoli, attiverà i LED. L’illuminazione è molto forte, è un plus che facilita le operazioni al robot e poco cambia a noi, ma comunque è bello da vedere, funzionale ed innovativo.

Anteriormente è stato posizionato il contenitore vero e proprio, in cui viene convogliata tutta la sporcizia raccolta dal dispositivo. L’accesso è rapido e molto comodo, però è forse leggermente più piccolo delle aspettative,  non va oltre i 330ml e vi porterà a svuotarlo molto più spesso di quanto effettivamente vorreste.

Ribaltando il Dyson 360 Heurist notiamo la presenza di tanta plastica trasparente, con il secondo plus, ovvero una spazzola di grandi dimensioni (addirittura fuoriesce dal terminale), corrispondente ad una lunghezza di ben 21,2 centimetri. A differenza della concorrenza, non integra altre spazzole (in genere piccole posizionate anteriormente), ma presenta solamente la suddetta che lo percorre in tutto il suo diametro.

Sempre per differenziarsi, il terminale presenta anche cingoli veri e propri, in sostituzione alle classiche ruote, questo ne facilita il superamento di ostacoli, fino ad una altezza massima di 1,5cm, e lo spostamento su terreni leggermente più accidentati. A mio dire sono forse troppo rumorosi, e potrebbero dare fastidio agli inquilini del piano inferiore, se presenti, soprattutto quando si muove a “forte velocità”.

Data l’esperienza di Dyson nella purificazione dell’aria, l’azienda ha pensato di adottare un sistema “simile” anche sul Dyson 360 Heurist, di conseguenza posteriormente è stato posizionato un filtro (da pulire, sostituire e lavare dopo un determinato periodo di utilizzo, ma facilmente accessibile), che sarà in grado di trattenere gli allergeni fino a 0,3 micron, ed espellere aria completamente pulita. Non è un purificatore d’aria, ci teniamo a precisarlo, ma adotta un sistema che può sicuramente aiutare a migliorare la qualità dell’abitazione in cui risiedete.

 

Specifiche tecniche

Il motore che muove il Dyson 360 Heurist  è un digitale Dyson V2, il potentissimo ciclonico che tanto l’ha resa famosa ed imitata nel mondo, in versione ridotta. E’ piccolo e leggero, ma in grado di raggiungere un massimo di 78’000 giri al minuto, che a conti fatti sono davvero tantissimi. Quando verrà avviata l’aspirazione, l’utente potrà selezione 3 diversi livelli, sono decisamente rumorosi (molto di più di tutta la concorrenza), garantendo ad ogni modo una pulizia veramente approfondita. Una certezza nella qualità.

La navigazione è permessa da un sistema di visione a 360°, la cosiddetta visione intelligente SLAM (Simultaneous Localisation and Mapping), per il corretto posizionamento all’interno dell’abitazione. Per riuscire a raggiungere una misurazione delle distanze ogni 20 millisecondi, l’azienda ha integrato all’interno del dispositivo un processore quad-core, con 4GB di memoria ROM ed una RAM 8 volte più potente della generazione precedente. Una volta installato mapperà tutta la casa, e poi dall’applicazione ufficiale si potranno impostare tanti parametri.

Sono presenti tantissimi sensori che permetteranno di riconoscere ostacoli e muri, fino ad una distanza massima di 2 metri per quelli a lungo raggio, di 60 centimetri per i sensori a corto raggio, sino ad arrivare a 15 centimetri per il riconoscimento dei muri.

La connessione alla rete, per potervici accedere tramite l’applicazione ufficiale, avviene tramite WiFi dual band, quindi a 2.4 e 5GHz. E’ perfettamente compatibile con le skill di Amazon Alexa, non con Google Assistant.

La batteria è agli ioni di litio, è ricaricabile tramite la base presente in confezione, garantisce un’autonomia di 75 minuti in modalità silenzioso, richiedendo 165 minuti per la ricarica dallo 0 al 100%. La capacità sarebbe dovuta essere maggiore, poichè i tempi di pulizia sono elevati, per 30 metri quadrati sono necessari anche 60/70 minuti, di conseguenza i possessori di una grande abitazione non potranno pulire la casa in un unico ciclo (il robot è comunque in grado di interromperla, tornare alla base e poi riprendere in autonomia).

 

Funzionamento, esperienza d’uso e app

Il Dyson 360 Heurist è un ottimo robot aspirapolvere, la navigazione è buonissima, non segue i movimenti canonici che vediamo su tutti i prodotti dello stesso tipo, per questo motivo potrebbe apparire più casuale, ma pulisce perfettamente ogni centimetro dell’abitazione. E’ forse leggermente “violento”, quindi andrà a sbattere e sposterà le sedie quando vi ruoterà attorno, sempre nell’idea di pulire nel miglior modo possibile.

Il suo essere più piccolo, lo favorisce notevolmente negli spazi piccoli, d’altro canto è più spesso degli altri, di conseguenza potrebbe non riuscire ad insinuarsi sotto i mobili, il letto o il divano. La spazzola così grande raccoglie tutta, tantissima sporcizia, i capelli si attorcigliano con più difficoltà, ed è sicuramente un plus anche a lungo termine, proprio per la manutenzione del dispositivo.

La rumorosità è purtroppo elevata, il consiglio è di utilizzare sempre la modalità silenzioso, in caso contrario dovrete fare i conti con tanto baccano (quasi superiore ad un Dyson V11). I tempi della pulizia sono decisamente maggiori, infatti se un Ecovacs Deebot T8 AIVI pulisce 30 metri quadrati in 33 minuti, il Dyson 360 Heurist ne impiegherà addirittura 60/70, ma avrete la certezza di una qualità decisamente superiore (peccato solo per la batteria).

L’applicazione è ben fatta, semplice, pulita ed elegante; anche l’utente meno esperto carpirà tutti i comandi in pochissimo tempo. I suoi plus sono sicuramente la possibilità di scegliere una potenza di aspirazione differente in relazione all’ambiente selezionato, e la possibilità di sezionarli a piacimento; infatti, una volta eseguita la prima mappatura, potrete decidere come suddividerli, senza limitazioni o vincoli particolari.

Come tutti i robot aspirapolvere, anche il Dyson 360 Heurist permette di pianificare la pulizia, di imporre delle restrizioni (in termini di aree da pulire), salvare più mappe e similari. Non è possibile impostare una seconda passata, una pulizia spot o la pulizia di un’area selezionata all’interno di un ambiente. La connessione è rapida, in pochissimi secondi sarà possibile accedere al robot tramite l’applicazione compatibile con Android e iOS.

 

Dyson 360 Heurist: conclusioni

In conclusione il Dyson 360 Heurist è uno dei migliori robot aspirapolvere in circolazione, il suo prezzo è elevato, parliamo di 999 euro, ma avrete la certezza di avere tra le mani la qualità di aspirazione che ha reso famosa Dyson, e sopratutto un’attenzione al dettaglio/costruttiva, senza eguali al mondo.

Per ogni altra considerazione vi rimandiamo alla seguente nostra videorecensione, con tutti i punteggi riassuntivi.

Dyson 360 Heurist

849 euro
8.5

Estetica e dimensioni

9.0/10

Funzionalità

8.0/10

Aspirazione e pulizia

10.0/10

Batteria

7.0/10

Applicazione

8.5/10

Pros

  • Bellissimo da vedere e molto piccoo
  • Aspirazione al top del settore, la migliore
  • Spazzola grande e funzionale
  • Buona navigazione complessiva
  • Ottime funzionalità generali

Cons

  • Contenitore poco capiente
  • Batteria non troppo performante
  • Prezzo elevato
  • La scocca tende a rovinarsi con poco
  • Molto rumoroso