Covid-19 auto contagio

Viaggiare in auto con persone con cui non vivi offre una facile opportunità per il Covid-19 di attaccare se qualcuno è malato, proprio come in altri spazi chiusi come appartamenti e ristoranti. Questo perché le goccioline respiratorie rimangono sospese nell’aria prima di stabilirsi. Nel tempo, queste particelle possono accumularsi e aumentare il rischio di infezione se non vengono espulse dall’auto.

Una nuova ricerca suggerisce come posizionare i finestrini per fornire la migliore protezione dalle infezioni, anche se non c’è modo di ridurre completamente il rischio, soprattutto se si viaggia in condivisioni come Ubers e Lyfts. Se il tempo lo permette, navigare con tutti e quattro i finestrini abbassati, con i passeggeri seduti sul sedile posteriore di fronte al conducente. Questa opzione consente all’aria fresca di fluire attraverso l’auto che può aiutare a ridurre i rischi di trasmissione, posizionando i passeggeri il più lontano possibile l’uno dall’altro.

 

Covid-19, stare in auto con riscaldamento e finestrini chiusi è rischioso per il contagio

In alternativa, tenere tutte le finestre chiuse con l’aria condizionata o il riscaldamento in funzione è l’opzione più rischiosa durante la pandemia. “Far esplodere il sistema di ventilazione dell’auto [non] fa circolare l’aria tanto quanto alcune finestre aperte“, hanno detto i ricercatori. Lo scenario migliore riscontrato è avere tutte e quattro le finestre aperte, ma anche averne una o due aperte è molto meglio che averle tutte chiuse.

Durante le loro simulazioni al computer basate sul modello di una Toyota Prius guidata a 50 mph, i ricercatori hanno appreso che anche l’apertura dei finestrini più lontani o opposti dal guidatore e dal passeggero posteriore offriva alcuni vantaggi. I loro risultati vanno contro quella che molti potrebbero pensare sia l’opzione migliore: aprire la finestra più vicina a te per far entrare aria fresca. In realtà non è così, anche se questa opzione è meglio di niente finestre abbassate.

Ciò è dovuto al modo in cui l’aria scorre su un’auto dall’esterno. La pressione dell’aria tende ad essere più alta ai finestrini posteriori di un’auto rispetto a quelli nella parte anteriore, quindi l’aria di solito entra in un veicolo attraverso la parte posteriore ed esce dalla parte anteriore. Lo studio non ha testato il rischio di contrarre effettivamente l’infezione da Covid-19 nell’auto e i metodi dei ricercatori potrebbero non essere applicabili ad altri tipi di auto come mini furgoni o camion, ma notano che i loro suggerimenti potrebbero rendere la guida con altri durante la pandemia a un pò più sicuro.

Foto di Karolina Grabowska da Pixabay