covid-19 leopardo positivo

Un esemplare femmina di 5 anni di un leopardo delle nevi è risultato positivo al SARS-CoV-2, il virus che causa il Covid-19 negli esseri umani. Il fatto è accaduto in uno zoo di Louisville in Kentucky. Lo zoo ha annunciato il test positivo del leopardo delle nevi, NeeCee, e ha riferito che ora è in attesa dei risultati di due leopardi delle nevi maschi.

Questo è il primo caso confermato di infezione da SARS-CoV-2 in un leopardo delle nevi, secondo lo zoo di Louisville. È anche la prima volta che un animale allo zoo è risultato positivo al virus, così come è la prima volta che lo zoo ha posto un test ad un animale per il virus.

Tutti i leopardi delle nevi hanno “sintomi lievi e stanno ricevendo grandi cure”, ha riferito il direttore dello zoo in una conferenza stampa. Ci si aspetta che tutti si riprendano e nessun altro animale mostra sintomi. I leopardi delle nevi hanno iniziato a manifestare sintomi respiratori minori, tra cui tosse secca e respiro sibilante, nelle ultime due settimane. Il veterinario dello staff senior ha riferito che lo zoo presume che NeeCee sia stato infettato da un membro del personale asintomatico.

Come già dimostrato, il Covid-19 è una malattia che si trasmette da uomo a uomo, ma occasionalmente può riversarsi negli animali. È così che gli animali in genere vengono infettati dall’essere a stretto contatto con un essere umano contagiato da Covid-19. Il Kentucky Department of Agriculture e il Kentucky Department for Public Health hanno approvato il test per la SARS-CoV-2 sui leopardi delle nevi.

Il virus si espande tra i felini

Il 4 dicembre, i campioni fecali di tutti e tre i felini sono stati inviati al Veterinary Diagnostic Laboratory presso l’Università dell’Illinois. Il test iniziale della reazione a catena della polimerasi (PCR) è stato condotto sui leopardi delle nevi. Lo zoo di Louisville ha preso numerose precauzioni per la salute pubblica dall’inizio della pandemia. Il personale che lavora con animali che potrebbero essere suscettibili al virus indossava dispositivi di protezione individuale e tutti i membri del personale sono sottoposti a controlli della temperatura e una serie di domande ogni giorno.

I leopardi delle nevi sono fuori mostra mentre NeeCee si riprende e lo zoo attende i risultati dei test dagli altri due maschi. I leopardi delle nevi “non sono letargici e non perdono un pasto”. Lo zoo rimarrà aperto per tutto l’inverno con misure di sicurezza pubblica in atto. Il veterinaio dello staff ha riferito che è “molto, molto raro” che un animale diffonda il SARS-CoV-2 a un essere umano.

L’annuncio dello zoo di Louisville è solo l’ultimo di una serie di contagi ad animali per via del virus. Le autorità veterinarie hanno annunciato che quattro leoni in uno zoo di Barcellona, ​​in Spagna, sono risultati positivi al virus. Secondo un elenco di casi confermati negli animali tenuti dal Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti, ci sono stati più di 100 casi confermati di SARS-CoV-2 negli animali a livello nazionale, con i felini al centro di questi contagi.

Foto di luxstorm da Pixabay