Covid-19 mRNA DNA

Di tutti i candidati al vaccino Covid-19 che si fanno strada, i due di Pfizer / BioNTech e Moderna sono tra i più interessanti. Oltre ad aver riportato un’efficacia del 90%, questi vaccini sono i primi nel loro genere. Invece di usare virus uccisi o indeboliti o frammenti di proteine ​​virali, questi vaccini usano l’RNA messaggero, o mRNA in breve.

Alcuni diffidenti nei confronti dei vaccini hanno diffuso disinformazione su ciò che accadrà a coloro che si vaccinano contro la malattia. Un recente affermazione dichiara che i vaccini altereranno il DNA con una codifica RNA che rimuoverà parti del DNA e lo sostituirà con una codifica genetica.

 

Covid-19, i vaccini mRNA non cambiano il nostro DNA

Ciò non è assolutamente vero, in quanto i vaccini a mRNA, che sono in lavorazione da quasi tre decenni, non toccano mai il nostro DNA e, di conseguenza, non possono interferire con i geni umani. Invece, prendono in prestito solo alcuni dei nostri strumenti cellulari prima di rompersi in modo innocuo. Tuttavia, non ci sono prove che i vaccini rimuovano qualsiasi parte del tuo DNA genomico e lo sostituiscano con qualsiasi altro DNA.

La conversione dell’RNA in DNA non è possibile al di fuori di un enzima speciale contenuto su alcuni virus e Covid-19 non è uno di questi, ha affermato Brent Stockwell, professore alla Columbia University che studia biologia cellulare e molecolare. La m in mRNA sta per messaggero e i vaccini mRNA contro Covid-19 comportano l’iniezione di materiale genetico in cellule che producono proteine ​​del coronavirus che attivano quindi una risposta immunitaria, insegnando al corpo come combattere una vera infezione.

Questa è la prima volta che questo tipo di vaccino raggiunge questo punto nel processo di preparazione dei vaccini per uso generale; poiché questi vaccini comportano l’iniezione di materiale genetico nella cellula umana rispetto ai vaccini tradizionali, potrebbero essere più facili da regolare poiché questo coronavirus muta.

Foto di Darwin Laganzon da Pixabay