Nokia 5.3

Nokia 5.3 è lo smartphone che HMD Global ha pensato per la fascia medio-bassa del mercato della telefonia mobile, un dispositivo che presenta qualche piccola caratteristica che lo renda differente da tutto ciò che il mercato è attualmente in grado effettivamente di offrire.

Esteticamente il modello recensito appare elegante, nella sua colorazione grigia, e con linee abbastanza sinuose. Le dimensioni sono leggermente in controtendenza rispetto a quanto siamo solitamente abituati a vedere, raggiungono 164,3 x 76,6 x 8,5 millimetri di spessore, con un peso di soli 185 grammi.

Il terminale non può in nessun modo essere utilizzato con una mano, ma allo stesso tempo è talmente sottile leggero da essere facilmente trasportabile anche nella tasca dei pantaloni. Sui bordi troviamo tutta la connettività, per la quale spicca il tasto fisico dedicato all’assistente Google sul lato sinistro, ed il jack da 3,5 millimetri presente invece superiormente; la USB type-C è 2.0, quindi non garantisce uscita video.

La back cover è in plastica anti-graffio, opaca, trattiene molto poco le ditate ed è facilmente pulibile. Le camere assumono posizione circolare, non sono particolarmente in rilievo, ciò sta a significare che creano una sorta di piano d’appoggio quando su un piano di lavoro, il terminale non si muoverà più di tanto.

 

Hardware e specifiche tecniche

Anteriormente si trova un ampio display IPS LCD da 6.55 pollici, con risoluzione HD+ (720 x 1600 pixel), rapporto d’aspetto 20:9 e vetro 2.5D per la resistenza contro urti e graffi. La qualità non è il suo punto di forza, chiaramente un Full HD raggiunge un dettaglio complessivamente superiore, ma ad ogni modo nell’utilizzo quotidiano la differenza non viene patita a livelli estremi, ciò sta a significare che potremo ugualmente godere di una buona nitidezza, senza troppe rinunce. I colori tendono troppo al bluastro, ed i bordi sono fin troppo corposi (sopratutto in un periodo storico in cui il rapporto schermo/corpo è sempre maggiore). La luminosità massima non è purtroppo elevata, ciò sta a significare che sotto la luce solare diretta, si farà leggermente fatica. In aggiunta, il sensore di luminosità è fin troppo risparmioso, molte volte tende a ridurre di troppo la luce emessa dal display.

Il processore è un Qualcomm Snapdragon 665, un octa-core a 2GHz di frequenza di clock, accoppiato con una GPU Adreno 618. Di base sono previsti 4GB di RAM e 64GB di memoria interna eMMC 5.1 (espandibili fino a 512GB complessivi), ma sono in vendita anche versioni differenti. Il SoC non è uno dei più recenti, sebbene si tratti di un Qualcomm, ciò si nota sopratutto nella velocità e nella qualità generale; il Nokia 5.3 risulta essere molte volte abbastanza lento ed addormentato, l’utente che lo acquisterà dovrà avere un minimo di pazienza, superiore a quanto visto con Wiko View 5. Il gaming è possibile, anche se in alcune occasioni si notano lag pesanti, in particolare nei momenti abbastanza concitati, però non si bloccherà mai.

Lo smartphone è dual SIM, il carrellino presenta solo 2 slot, ciò sta a significare che sarà possibile inserire una SIM + espansione di memoria o SIM + SIM, rinunciando alla microSD. Non è impermeabile, e garantisce connettività WiFi 802.11 ac dual band, radio FM, jack da 3,5 millimetri, bluetooth 4.2, GPS NFC.

E’ presente un sensore per le impronte digitali nella parte posteriore, lo sblocco è sufficientemente veloce, non essendo particolarmente incavato nella scocca si fatica a posizionare correttamente il dito, sul mercato si trovano dispositivi più rapidi e reattivi nello sblocco. E’ possibile optare anche per il riconoscimento del viso 2D, purtroppo troppo lento, anzi quasi inutilizzabile in determinate occasioni, più volte non sono riuscito a sbloccarlo, sebbene avessi correttamente registrato il mio volto.

L’audio è mono, il suono esce tutto dallo speaker fisico posizionato nella parte inferiore; il volume massimo è abbastanza elevato, i bassi sono presenti al minimo indispensabile, gli alti sono troncati di netto e leggermente distorti. Considerato il prezzo di vendita del Nokia 5.3, la qualità generale è complessivamente discreta.

 

Fotocamera, sistema operativo e batteria

Il comparto fotografico è rappresentato da 4 sensori disposti circolarmente, composti da un principale da 13 megapixel con apertura F.18, da un grandangolare da 5 megapixel con angolo di visuale di 118°, da un bokeh da 2 megapixel e da un macro da 2 megapixel.

Con forte illuminazione gli scatti sono risultati essere discreti, il dettaglio è sufficiente, la nitidezza è buona ed i colori sono ben bilanciati. Il Nokia 5.3 non gioca troppo sulla saturazione, cosa che accade per altri modelli di fascia bassa, garantendo una buona riproduzione dei colori; il funzionamento dell’HDR è in linea con le aspettative.

Al chiuso la situazione viene completamente stravolta, lo smartphone fatica tantissimo, infatti il rumore si vede appena inizia a calare la luminosità, l’autofocus non è preciso, i dettagli sono assolutamente carenti ed i colori molto più spenti. Non essendo presente uno stabilizzatore ottico, nella maggior parte dei casi si rischia di ottenere un’immagine mossa.

video sono realizzati al massimo in 4K 30fps, parlando di qualità generale la riproduzione dei colori è ottima, anche qui abbiamo notato una saturazione in linea, le tonalità sono perfettamente rispettate e la definizione è più che discreta. Ciò che non convince è la stabilizzazione, essendo elettronica il Nokia 5.3 non permette di realizzare un video fermo e stabile, sebbene ci si impegni al massimo (le immagini sono troppo mosse); in parallelo l’autofocus è decisamente nervoso, troppo spesso cerca di mettere a fuoco, creando un effetto tutt’altro che piacevole.

Anteriormente, nel profondo notch a goccia che occupa una parte importante del display, troviamo un sensore secondario da 8 megapixel con apertura F2.4. La qualità è sorprendente, infatti riesce a scontornare bene il soggetto, a garantire immagini superiori al comparto principale, con buon dettaglio, nitidezza e rispetto dei colori. L’unico handicap è nella gestione delle forti luci, in queste situazioni va molto in difficoltà.

Il sistema operativo è Android 10, con patch aggiornate al 1 novembre 2020 al momento della recensione, e Android One. L’adesione a questo programma garantisce 2 anni di aggiornamenti del sistema, in questo modo l’utente sarà sempre sicuro di avere patch estremamente recenti, inoltre la versione installata sarà il puro Android stock, senza personalizzazioni grafiche. Il Nokia 5.3 permette difatti di godere dell’esperienza base del sistema di Google, con tutte le sue positività e negatività; nell’utilizzo quotidiano non abbiamo notato lag o rallentamenti particolari.

La batteria è un componente da 4000mAh, senza ricarica wireless o inversa, con ricarica rapida a 10 watt. Sebbene possa apparire a prima vista come poco capiente, i test effettuati hanno dimostrato una durata superiore alle aspettative, infatti considerata una media personale di 3,30/4 ore di display attivo, con il Nokia 5.3 sono riuscito a raggiungere ben 5 ore 7 minuti con l’1% di carica residua, passando anche per 4 ore 52 minuti con il 3% di carica residua. Numeri che non lo rendono un battery phone, ma sicuramente all’altezza della situazione.

 

Nokia 5.3: conclusioni

In conclusione il Nokia 5.3 è uno smartphone complessivamente discreto, che rispecchia chiaramente i 165 euro di partenza sul mercato nazionale, presentando qualche piccola chicca, come il led di notifica sul tasto di accensione (una rarità nel 2020), nonchè un’estetica sicuramente unica nel suo genere, per finire con una batteria superiore alla media. Dall’altro lato della medaglia, purtroppo, presenta anche tante negatività che lo rendono meno appetibile della tantissima concorrenza, almeno nella fascia di prezzo di posizionamento.

Per ogni altro dettaglio, aprite la nostra videorecensione e scoprite più sotto i punteggi riassuntivi.

Nokia 5.3

214 euro
7.2

Estetica e design

8.0/10

Display

7.0/10

Processore

7.0/10

Foto e video

6.5/10

Batteria

7.5/10

Pros

  • Sottile e leggero, ottima portabilità
  • Display sufficientemente dettagliato e nitido
  • Batteria più che performante
  • NFC inclusa

Cons

  • Riconoscimento del viso di bassa qualità
  • Processore non all'altezza della concorrenza
  • Fotocamere in difficoltà al chiuso
  • Stabilizzazione quasi assente nei video