Panasonic GA10

Panasonic GA10 è stato il primo altoparlante dell’azienda con Google Assistant integrato, un importante passo in avanti nella realizzazione di prodotti connessi, e sempre più all’avanguardia, proprio in termini di prestazioni e funzionalità offerte.

Esteticamente il dispositivo è decisamente elegante, presenta un design minimale ed alla moda, in modo da poter tranquillamente spiccare in una casa arredata con tutti modelli di ultima generazione. Nella parte bassa trova posto un metallo spazzolato molto bello e resistente (non si sporca facilmente), superiormente una placchetta con i comandi touch a sfioramento (non sono presenti tasti fisici), inferiormente invece quattro piedini antiscivolo che lo solleveranno di poco dal piano di lavoro.

Le dimensioni sono purtroppo un piccolo handicap, poiché la “torre” del Panasonic GA10 conta una base di 10 x 10 centimetri, ma un’altezza di 28,4 centimetri, il che ne rende molto difficoltoso il posizionamento corretto all’interno di una abitazione, o anche semplicemente su una libreria. Il suo peso è di 1,7kg, difficilmente lo sposterete una volta scelta la location.

Il Panasonic GA10 non presenta una batteria integrata, ciò sta a significare che per essere utilizzato dovrà sempre essere collegato ad una presa a muro, la portabilità è limitatissima, non è un prodotto da spostare di stanza in stanza.

comandi touch posizionati superiormente funzionano complessivamente bene, un feedback tattile (anche una sola vibrazione) avrebbe agevolato l’utilizzo quotidiano, per ovviare a questa piccola mancanza sono stati integrati dei led nella parte anteriore. Sono comodissimi, poiché permetteranno di comprendere in rapidità lo stato dell’altoparlante, quindi se è attivato il microfono, se è connesso al WiFi, il livello del volume e quant’altro. Prestate solamente attenzione che la placchetta si sporcherà molto più facilmente del previsto (come potete vedere dall’immagine).

 

Hardware e funzionamento

Tecnicamente il Panasonic GA10 è uno speaker con 3 altoparlanti a 2 vie, per una potenza massima di 40 watt complessivi. Questi sono suddivisi in un woofer da 8 centimetri a doppia bobina, posizionato nella parte inferiore, mentre superiormente si trovano 2 tweeter a cupola morbida da 2 centimetri, con orientamento quasi a 45° l’uno con l’altro; non manca, infine, l’accordo bass reflex (con l’aggiunta dell’equalizzatore d.bass) per l’espansione dei bassi.

La resa audio è molto soddisfacente, per il prezzo di vendita del prodotto, quale è inferiore ai 100 euro. I bassi sono presenti, anche se non si sentono più di tanto, apprezzabile è comunque i livelli di dettaglio e nitidezza raggiunti; le frequenze medie sono le maggiormente indicate per lo speaker recensito, qui il Panasonic GA10 riesce a dare il meglio di sé, fornendo prestazioni quasi irripetibili in questa fascia. Le frequenze elevate, infine, stridono leggermente, alcuni toni vengono troncati di netto, ed i picchi audio non offrono un risultato pienamente soddisfacente. Nel complesso, uno dei migliori a meno di 100 euro.

Essendo un prodotto con potenza pari a soli 40 watt, il volume raggiunto non è troppo elevato, con un handicap importante, nel caso in cui l’utente aumentasse il volume oltre il 70%, la riproduzione audio tenderebbe troppo a stridere e perdere nel dettaglio, una distorsione notevole ed importante. Il consiglio è di non andare mai oltre, e di conseguenza di utilizzare il Panasonic GA10 in ambienti di medie dimensioni, non di più.

Non essendo presente una memoria integrata, esistono vari modi per trasmettere la musica al modello recensito. Il più semplice consiste nello sfruttamento del jack da 3,5mm nella parte posteriore, per un collegamento fisico a tutti gli effetti; in alternativa è possibile affidarsi al bluetooth 4.2 (quindi senza fili), oppure fare un passo ancora avanti nei confronti della tecnologia, sfruttando la funzionalità più importante, Google Assistant integrato.

L’utente potrà impartire comandi con la propria voce, accedendo a tutte le funzioni e potenzialità dell’assistente virtuale di Google (esattamente come sul vostro smartphone), inoltre, grazie all’integrazione chromecast, potrete avviare la riproduzione con la voce da alcuni dei più importanti servizi di streaming musicale, come Spotify, TuneIN o Deezer (per alcune funzioni dovrete essere abbonati ai suddetti). Una comodità immensa ed un importante ampliamento nell’utilizzo quotidiano.

Sfortunatamente i microfoni posizionati nella parte superiore del Panasonic GA10 non funzionano benissimo, ciò sta a significare che se starete riproducendo musica con un volume superiore al 50%, difficilmente vi riusciranno a sentire ad una distanza di 3/4 metri, sarete quasi sempre costretti ad avvicinarvi ad 1/2 metri per poter impartire un ordine direttamente con la voce.

L’ultima caratteristica da segnalare riguarda il multiroom, con un recente aggiornamento, il prodotto può essere utilizzato in serie con altre unità dello stesso tipo, per una trasmissione unificata della stessa musica.

 

Panasonic GA10: conclusioni

In conclusione Panasonic GA10 è un altoparlante wireless con Google Assistant integrato da acquistare ad occhi chiusi a meno di 90 euro, sia in termini di funzionalità offerte, che proprio di qualità del suono proposto in tutto lo spettro. Come tutti i prodotti recensiti sino ad oggi non è perfetto, ma una potenza non troppo elevata, un’altezza eccessiva e microfoni non funzionanti al 100%, passano decisamente in secondo piano nel momento in cui la musica inizierà a sgorgare dagli altoparlanti.

Per il test effettivo inserito nella nostra videorecensione, avviate il player di YouTube.

Panasonic GA10

86 euro
7.8

Estetica e design

7.0/10

Funzioni

8.0/10

Qualità audio

8.5/10

Qualità microfoni

6.5/10

Prezzo

9.0/10

Pros

  • Qualità audio eccellente a questo prezzo
  • Google Assistant integrato è una comodità
  • Tante possibilità per trasmettere o avviare la musica
  • Multiroom
  • Design sobrio ed elegante

Cons

  • Troppo alto ed ingombrante
  • I microfoni non funzionano al 100%
  • Il volume è troppo basso, a causa della poca potenza
  • Manca una batteria integrata