allergie Neanderthal

Le malattie allergiche sono molto comuni e comportano notevoli oneri per la salute pubblica. Le allergie e l’asma allergico sono tra le malattie più comuni nel mondo industrializzato. Negli Stati Uniti, un’indagine a livello nazionale ha mostrato che oltre la metà della popolazione è risultata positiva alla sensibilizzazione ad almeno un allergene comune, un aumento considerevole rispetto ai risultati raccolti circa dieci anni prima.

La causa di questo apparente aumento della prevalenza è sconosciuta, ma la rapidità con cui si è verificato implica una componente ambientale. Tuttavia, le stime dell’ereditabilità dell’allergia sono alte, suggerendo che la comprensione della responsabilità genetica alla base di queste condizioni è la chiave per comprendere la malattia.

 

Allergie, dobbiamo tutto ai Neanderthal

Uno studio del 2014 condotto dalla società di genetica 23andMe riteneva che tutti gli individui non africani portassero tra l’1 e il 6% del DNA di Neanderthal e tre geni in particolare in questo DNA potrebbero essere responsabili di sistemi immunitari eccessivamente sensibili che rendono suscettibili alle allergie. Un ulteriore studio del 2016 ha scoperto che è più probabile che il 2% del DNA della maggior parte delle persone provenga da rapporti sessuali tra umani e uomini di Neanderthal. I portatori di questi tre geni avevano maggiori probabilità di avere febbre da fieno, asma e altre allergie.

I ricercatori teorizzano che i geni si siano diffusi quando i pionieri che hanno lasciato l’Africa hanno avuto rapporti intimi con uomini di Neanderthal che vivevano in Eurasia. Poiché i Neanderthal hanno vissuto in questa zona per oltre 200.000 anni, il loro sistema immunitario si è adattato a nuove infezioni. I ricercatori hanno esaminato i genomi degli esseri umani moderni per vedere se il DNA di Neanderthal fosse presente; hanno poi esaminato la comunanza tra le persone di tutto il mondo. Hanno scoperto che due geni del sistema immunitario su tre corrispondevano strettamente a questo DNA.

Lo studio del 2016 ha scoperto anche, oltre a darti allergie, la parte di Neanderthal del DNA può effettivamente aiutarti a combattere le malattie. I genetisti ritengono che ci sia un gruppo di geni nel nostro DNA che abbiamo ereditato dai Neanderthal che è la prima linea di difesa contro pericolosi agenti patogeni che entrano nel nostro corpo, ammesso che questi geni influenzino anche le allergie delle persone.

Questi geni stabiliscono una risposta immunitaria innata ai patogeni che invadono il nostro corpo. La risposta immunitaria innata è la prima linea di difesa del nostro corpo contro le malattie. Di solito, può distruggere gli agenti patogeni molto prima che ci rendiamo conto di essere malati. Coloro che hanno una risposta immunitaria innata sono in grado di procreare e trasmettere i geni. Ecco perché vediamo ancora il ripetersi dei geni di Neanderthal nelle persone moderne.

Foto di cenczi da Pixabay