WhatsApp nuovi termini

Anno nuovo, regole nuove. É questo quello che WhatsApp ha deciso di fare nel 2021. L’azienda è in procinto di modificare i termini di utilizzo e l’informativa sulla privacy del suo servizio di messaggistica. Nelle scorse ore, i primi utenti hanno ricevuto la notifica del cambiamento. L’avviso richiede a tutti di accettare i nuovi termini, pena la cessazione del servizio. Scopriamo cosa cambia.

Ebbene sì, come vi abbiamo già accennato qualche settimana fa, Facebook ha deciso di cambiare i termini di utilizzo di WhatsApp. I dati degli utenti verranno presto trattati in maniera differente? Cosa cambia rispetto al passato? Scopriamolo insieme.

 

WhatsApp: accettare i nuovi termini per continuare ad usarlo

In queste ore, WhatsApp sta mettendo tutti i suoi utenti davanti da un bivio. Da ora, e fino al prossimo 8 febbraio, sarà possibile decidere se accettare o rifiutare i nuovi termini di utilizzo e la nuova informativa sulla privacy. Cosa comporta acconsentire al cambiamento? In pratica, a partire dall’8 febbraio, diverse informazioni relative agli utenti verranno condivise obbligatoriamente con Facebook (cosa fino ad ora facoltativa). Lo scopo dell’azienda è quello di dare un servizio personalizzato agli utenti. Quale è stato il riscontro della community?

Sono molti gli utenti che nelle ultime ore si sono lamentati per le nuove modifiche di WhatsApp. Rifiutarle, però, significa smettere di usare il servizio. Il disagio è bello grosso. I dati degli utenti condivisi a Facebook verranno utilizzati per diversi scopi, marketing ecc. Non c’è da sorprendersi, quindi, se dopo l’8 febbraio, inizieranno a comparire, su Facebook, pubblicità di prodotti di cui si parla nelle chat WhatsApp. É proprio questo uno degli effetti della modifica. Restate in attesa per eventuali aggiornamenti a riguardo.