nuova stella, nana bianca, categoria stelle

Come avverrà per il nostro Sole tra qualche miliardo di anni, molte stelle nel loro percorso vitale verso la morte, hanno attraversato la fase di nana bianca. Ci sono infatti molte stelle di questo tipo nell’Universo e i ricercatori ritengono che lo scontro tra due di questi oggetti, potrebbe dare vita a qualcosa di straordinario, un tipo di stella mai osservato fino ad ora.

Questo straordinario tipo di stella è stato mostrato la scorsa settimana dall’ESA, con la pubblicazione di un affascinante immagine di questa strana stella. Nell’immagine, la stella vista alla luce dei raggi X, appare immersa in una nebulosa che brilla di un verde strabiliante grazie al gas neon presente in essa.

 

J005311: uno oggetto celeste avvolto nel mistero

Nel mostrare l’insolita immagine l’ESA ha dichiarato: “questa immagine mostra un nuovo tipo di stella che non è mai stato osservato nello spettro dei raggi X”. Si tratta della stella, J005311, che si trova in una densa nube di polvere e gas nota come IRAS 00500 + 6713.

Questo straordinario corpo celeste è stato osservato per la prima volta nel 2019 ed è subito apparso come un oggetto atipico. Come spiega l’ESA infatti “allora, gli astronomi riferirono che l’oggetto presentava una velocità del vento molto elevata ed era troppo luminoso, e quindi troppo massiccio, per essere una normale nana bianca”.

 

Altro non è che un nuovo tipo di stella

Ed ora finalmente un team di ricercatori, guidato dall’astrofisica Lidia Oskinova dell’Università di Potsdam, in Germania, è riuscito a svelare il mistero dietro questo atipico corpo celeste. I ricercatori hanno nuovamente osservato la stella, ma stavolta ai raggi X, grazie al telescopio XMM-Newton dell’ESA.

Grazie a questo studio, i ricercatori hanno stabilito che questo particolare oggetto celeste è un nuovo tipo di stella, nato dallo scontro tra due nane bianche. Le collisioni di questo tipo possono essere distruttive per le due stelle coinvolte, ma in questo caso non è andata così. La conseguenza di questa particolare collisione “è un nuovo tipo di sorgente di raggi X alimentata dalla fusione di due nane bianche”, come spiega l’ESA.

Questa nuova osservazione di J005311 nello spettro dei raggi X, fornisce dunque un quadro più completo di ciò che sta accadendo a questa stella e alla sua nebulosa. E dalle analisi risulta che il suo destino è già segnato. J005311 è infatti molto instabile e probabilmente collasserà in una stella di neutroni entro soltanto 10.000 anni.

Ph. Credit: ESA / XMM-Newton / L. Oskinova, Univ. Potsdam, Germania