ces 2021 mascherina covid-19

Per alcuni aspetti il CES 2021 è un riflesso della tecnologia e dello stile di vita dell’ultimo anno appena trascorso; con questo presupposto in mente, non c’è bisogno di spiegare perché “la prima mascherina smart per il viso” è stata presentata durante l’evento tecnologico annuale. L’Active Plus dell’azienda tecnologica AirPop potrebbe essere la prima mascherina a fregiarsi di questa nomina per via di alcune utili funzioni per la salute e l’integrazione di app per smartphone.

La maschera vanta innanzitutto quattro filtri che possono durare 40 ore ciascuno, e costeranno circa 200 dollari quando verrà lanciata a febbraio nel Regno Unito. L’AirPop Active Plus è dotato di un sensore progettato dalla società Halo. Secondo AirPop, funziona con la sua app per smartphone in modo da poter monitorare le proprie abitudini e schemi di respirazione, il che può essere utile per una serie di motivi di salute, soprattutto per le persone che hanno problemi a respirare con le maschere facciali.

 

La mascherina che tiene conto dell’aria che ci circonda

Il sensore può anche monitorare eventuali inquinanti che la maschera tiene lontani dal viso, il che potrebbe essere davvero utile vista la pandemia che sta imperversando, o per le persone in zone inquinate. Secondo AirPop, la mascherina sarà in grado di bloccare polvere, allergeni, particolato e particelle microbiche.

Ovviamente si spera che la pandemia di Covid-19 sia nel suo atto finale, ma probabilmente quando tutto questo finirà la consapevolezza di quali germi stiamo diffondendo e respirando rimarrà indelebile nelle nostre menti. Quindi, anche in futuro, una mascherina smart potrebbe essere un buon investimento.

Ph. Credit: AirPop