WhatsApp logo ufficiale
WhatsApp

Novità in casa WhatsApp. Dopo aver alzato un vero e proprio polverone con la decisione di cambiare i termini di utilizzo del suo servizio, Facebook ha pensato bene di fare marcia indietro, almeno per ora. Nelle scorse ore, infatti, la casa ha comunicato che posticiperà la modifica delle norme sulla privacy. Le nuove regole non partiranno più il prossimo 8 febbraio. Ecco la nuova data.

Sembra che Facebook si sia resa conto di aver fatto non pochi danni con l’avviso riguardante i nuovi termini di utilizzo di WhatsApp. Molti utenti, a causa delle incomprensioni e della poca chiarezza, hanno deciso di lasciare il social per servizi più trasparenti come Telegram e Signal. Ecco come Facebook ha deciso di rimediare.

 

WhatsApp: i termini cambieranno a maggio

Non più l’8 febbraio. I nuovi termini di utilizzo di WhatsApp, di cui si è tanto parlato in questi giorni, entreranno in vigore a partire dal 15 maggio 2021. La casa di Mark Zuckerberg ha deciso di posticipare la data per dare più tempo agli utenti per visionare le nuove regole e decidere se accettarle. Negli ultimi giorni si è generata una grossa confusione in merito alla faccenda. Posticipare la data dell’entrata in vigore delle nuove norme era il minimo che l’azienda potesse fare per “scusarsi”.

Le lamentele degli utenti non sono l’unico problema di WhatsApp. Nelle scorse ore, il Garante per la Privacy ha deciso di avviare delle indagini a causa della poca trasparenza dell’azienda. Come evolverà la faccenda? Restate in attesa per tutti gli aggiornamenti a riguardo.

Ph. credit: WhatsApp.com