coronavirus-vecchio-farmaco-virus

Allo stato attuale non si può dire che esistono trattamenti farmacologici mirati per il Covid-19 e neanche per bloccare la replicazione del coronavirus all’interno del nostro corpo. Nel corso dei mesi di questa pandemia sono stati però trovati diversi farmaci pensati per altre patologie in grado di avere un ruolo positivo in questa lotta. Con un nuovo studio condotto da alcuni ricercatori di Bari e Roma ne è stato identificato un altro.

Si tratta di un potente diuretico in grado di bloccare proprio il coronavirus grazie all’abilità di interferire con un enzima che serve al coronavirus per replicarsi. È stato scoperto da un team composto da alcuni ricercatori dell‘Università degli Studi di Bari e dell’Università Campus Bio-Medico di Roma.

 

Coronavirus: un farmaco per bloccare il virus

Le parole dei ricercatori riportate da La Repubblica: “Le analisi hanno portato a identificare l’acido etacrinico come un promettente inibitore della proteasi del virus: si tratta di un potente diuretico approvato per uso clinico nel il trattamento dell’ipertensione e degli edemi da insufficienza cardiaca, epatica e renale. Il passo successivo sarà quello di valutare clinicamente la sua efficacia e sicurezza nel trattamento del Covid-19.”

Non è stata scoperta casuale, ma è il frutto di un lavoro lungo. Sono stati presi dei farmaci, 2.111 in questo questo, scelti per la capacità proprio di andare a interferire con l’enzima del virus, e poi si è cercato di capire qual è il più valido. Ricerche simile sono state fatte da molti altri team in giro per il mondo. Ora bisogna capire se l’applicazione di tale farmaco può realmente aiutare nella lotta al SARS-CoV-2.

Ph. credit: Trenzyme