Realme Watch S

Realme Watch S lo potremmo quasi definire il simbolo dell’idea aziendale, un prodotto dalle grandissime qualità generali, ad un prezzo tutt’altro che elevato. Oggi commercializzato a 79 euro, rappresenta un buonissimo punto di partenza per gli utenti che vorranno ottenere il massimo con il minimo sforzo.

Esteticamente il prodotto ha una doppia anima, anteriormente si trova un quadrante realizzato in lega di alluminio elegante e resistente, posteriormente invece ecco arrivare il suo essere economico, poiché si trova una scocca in plastica di bassa qualità (molto plasticosa per intenderci) di colorazione nera. Le dimensioni non risultano essere particolarmente elevate, parliamo di un quadrante di circa 43 millimetri, quindi consigliato per tutti i polsi, con uno spessore ridotto ed un peso che non appesantirà particolarmente il polso dell’utilizzatore; noi lo abbiamo indossato per circa 2 settimane tutte le notti, e non abbiamo riscontrato difficoltà di sorta.

Il cinturino è in silicone, anch’esso non particolarmente qualitativo, ma è completamente sostituibile, quindi ne potrete acquistare uno a parte, nell’eventualità in cui non fosse di vostro gradimento. Sui bordi troviamo gli unici pulsanti fisici, mentre la ricarica avverrà tramite la basetta inclusa in confezione.

 

Hardware e specifiche

Anteriormente spicca un bellissimo display da 1,3 pollici (diagonale 3,3 centimetri), di qualità AMOLED, con rivestimento Gorilla Glass per la protezione contro urti e graffi, completamente touchscreen. Il rapporto schermo/corpo non è favorevole, la cornice è troppo spessa in confronto al pannello, andando a fornire una resa non particolarmente piacevole. Il touchscreen funziona molto bene, recepisce perfettamente i comandi senza difficoltà.

La qualità del display è eccellente, tutta la gamma dinamica è rispettata alla perfezione, l’utente può godere della forte luminosità utilizzandolo senza difficoltà sotto la luce solare diretta (la regolazione è automatica, e funziona benissimo), come anche la nitidezza ed il dettaglio sono di un livello decisamente superiore. La resa definitiva del pannello lo posiziona alla pari di prodotti anche da 199 euro. Apprezzatissima la possibilità di scaricare gratuitamente oltre 100 quadranti (watchface) differenti.

La connessione allo smartphone/tablet è rapida e precisa, avviene tramite bluetooth 5.0, garantendo piena compatibilità con Android iOS, grazie all’applicazione Realme Link. Non integra uno speaker, né un microfono, quindi non sarà possibile rispondere alle chiamate o inviare messaggi vocali. La connettività vede l’assenza inoltre del WiFi, dell’NFC per i pagamenti mobile, nonché del chip GPS (dovrà essere condiviso con lo smartphone).

Posteriormente trova posto il sensore per il battito cardiaco, il suo funzionamento è risultato essere preciso ed affidabile, non è possibile avviare una misurazione continua, l’intervallo minimo è di 5 minuti. Il plus, per il prezzo di vendita, è rappresentato dalla misurazione della percentuale di ossigeno nel sangue (definita SPO2), soluzione apprezzata, ben fatta, la quale però deve essere attivata manualmente, non si imporrà in automatico, dovrete premere tutte le volte il pulsante per avviare la misurazione.

Gli allenamenti disponibili sono 16, sono raggiungibili dal menù o premendo il pulsante fisico inferiore, manca il nuoto, non sono particolarmente precisi o dettagliati, poiché dalle informazioni mostrate potrete solamente capire la durata, i passi effettuati, la distanza percorsa e l’andamento per chilometro (ad esempio per una corsa/camminata), in aggiunta alla misurazione del battito cardiaco, nulla di più. Chiaramente il Realme Watch S non è stato pensato prevalentemente per gli allenamenti, quanto per le funzioni smart in generale.

E’ dotato di certificazione IP68, completamente impermeabile fino a 1,5 metri di profondità per un tempo massimo di 30 minuti, ed integra una batteria invidiabile. E’ un componente da 390mAh, secondo Realme dovrebbe garantire una durata di 15 giorni di utilizzo continuativo, stando ai nostri test la visione più realistica si aggira attorno ai 10 giorni, sono comunque tantissimi e non possono che rendere felici gli utenti che non vogliono caricare troppe volte lo smartwatch.

 

Funzionamento e applicazione ufficiale

Le misurazioni possibili sono all’incirca sempre le stesse, il conteggio dei passi è abbastanza affidabile, non vengono sovrastimati come accade sui Fitbit, come anche le calorie bruciate e la distanza percorsa (non vediamo i piani saliti).

Il monitoraggio del sonno lascia leggermente a desiderare, è suddiviso nelle varie fasi, ma se vi coricate a letto per leggere un libro, o faticate a prendere sonno, non capirà che siete svegli, e lo conterà come nella somma del periodo temporale in cui avete effettivamente dormito.

Le notifiche vengono correttamente ricevute da tutte le applicazioni, il centro notifiche permette di accedere anche alle più vecchie, fino a quando non deciderete di cancellarle manualmente. Nel momento in cui le aprirete potrete visualizzare l’intero messaggio (anche se particolarmente lungo), senza emoticon, ma non avrete la possibilità di rispondere, nemmeno con messaggi pre-impostati (ancora meno la tastiera a schermo). Quando riceverete le chiamate, potrete rifiutarle e basta.

Il sistema interno è relativamente ben fatto, più che altro è molto intuitivo, sono presenti tantissime icone che non vi faranno sbagliare nel raggiungimento delle funzioni; non ci sono lag o rallentamenti da segnalare, poteva solamente essere più completo.

Tra le ultime funzioni interessanti abbiamo la modalità Non Disturbare programmabile, cronometro, timer, trova il mio telefonoscatto remoto (quindi scattare una istantanea con lo smartphone, premendo il pulsante sul Realme Watch S) e la meditazione.

Un piccono accenno al controllo musica, non essendo presente memoria interna, non sarà possibile caricare la musica sul dispositivo al polso, né collegarvici direttamente le cuffie, potrete solamente controllare la riproduzione avviata sullo smartphone (se collegati via bluetooth).

L’applicazione ufficiale è Realme Link, la stessa utilizzabile con tutti gli accessori dell’azienda, è relativamente ben fatta, semplice, intuitiva ed alla portata anche dei meno esperti. Nei vari menù potrete raggiungere tutte le statistiche/misurazioni delle giornate precedenti, poiché ricordiamo che dal polso si potrà godere di una visione d’insieme delle ultime 24 ore, non di più.

 

Realme Watch S: conclusioni

In conclusione Realme Watch S non è uno smartwatch perfetto, ma il rapporto qualità/prezzo è veramente eccellente, al giorno d’oggi non avremmo potuto sperare di trovare di meglio a 79 euro, in termini di qualità costruttiva e di funzionalità offerte. Peccato solamente manchi il chip GPS integrato, ma quando puoi contare su una batteria che dura 10 giorni, tutto passa in secondo piano.

Poco sotto trovate la nostra videorecensione, ed i punteggi riassuntivi.

Realme Watch S

79 euro
7.9

Design e Ergonomia

7.5/10

Display

8.0/10

Funzioni e precisione

8.0/10

Applicazione mobile

7.0/10

Batteria

9.0/10

Pros

  • Durata della batteria eccellente
  • Display di livello superiore
  • Tante funzioni e misurazioni disponibile
  • Impermeabile fino a 1,5 metri

Cons

  • Materiali e plastiche non eccellenti
  • Manca il chip GPS
  • No microfono/speaker integrato
  • Applicazione da migliorare